L’attività di « per promuovere divertimento sano e prevenire droghe e alcol sta raggiungendo gli appuntamenti più importanti dell’estate. Grande successo per la serata finale di «CitaNo alla droga» di domenica scorsa, serata intitolata Independence Night, dedicata al contrasto dell’omologazione, non solo quella dovuta alle dipendenze ma anche quella dettata dal mercato o dalle mafie, che al fenomeno droghe si collega in modo diretto e indiretto.

Il messaggio è stato lanciato con la presenza consueta dello stand informativo di Stammibene ma anche, soprattutto, grazie al coinvolgimento dei rapper che nel territorio sono più utilizzano la musica come strumento di critica sociale: Stylo, White Mike, Igor, Crazy, Kenz e molti altri che si sono succeduti sul palco a Civitanova Marche, stimolando riflessione e caricando il pubblico dell’energia necessaria per il momento clou: l’Holi Color Explosion, un momento di ballo e divertimento puro, di incontro simbolico e reale con gli altri.

standstammibeneb
Lo stand di Stammibene

Prevenzione, musica, relazioni, emozioni. Ecco dunque le quattro parole chiave che accompagneranno le attività di Stammibene fino alla fine dell’estate, con un accento in particolare sull’ultima, visto che è in preparazione la nuova campagna di comunicazione intitolata «I Feel» che giocherà con gli stati emotivi, negativi e positivi: paura, felicità, rabbia, amore, tristezza, ansia, empatia, noia ecc. per stimolare percorsi di riflessione e consapevolezza. Tenere lontante le dipendenze, avere obiettivi costruttivi e relazioni efficaci parte proprio dal riconoscimento delle emozioni, proprie e altrui – a loro volta derivanti da desideri e bisogni – e poi dal saperle gestire e esprimere in modo adeguato nei diversi contesti in cui ci troviamo: famiglia, scuola, lavoro, amici, Rete. Per stimolare la curiosità intorno ai contenuti della nuova campagna sono in uscita gadget speciali: le t-shirt “happy” e “angry”, fanno sapere gli organizzatori, stanno già andando a ruba. A breve arriveranno le shopper “easy” e “anxious”, e i braccialetti “sick” e “in love”.

citanoalladrogaesplosionedicolotib

Come di consueto, per vincere i gadget della campagna occorrerà fare visita allo stand di Stammibene e di Alza la testa non il gomito, affrontando i quiz su droghe, alcol e malattie sesssualmente trasmissibili e dimostrando, dunque, di essere correttamente informati, che rimane condizione essenziale per difendersi dai rischi. Ecco i prossimi appuntamenti in cui lo stand sarà presente: il 28 e il 30 luglio al Mind Festival di Montecosaro, sabato 6 agosto alla Notte Celtica, poi sul lungomare alla notte di Ferragosto, il 14 a Civitanova e il 15 a Porto Recanati, e ancora alle Feste della birra di Villa Potenza e di Mogliano e alle serate dello Shada. Altri eventi si stanno aggiungendo, per rimanere informati basta visitare i profili Facebook di Stammibene (Bene stammi) e Alza la testa non il gomito.

Le t-shirt ideate per l'iniziativa
Le t-shirt ideate per l’iniziativa

«Un ringraziamento speciale – afferma lo staff organizzativo – va alla sensibilità delle Amministrazioni comunali, delle associazioni culturali e di volontariato con cui stiamo sempre più creando un rapporto di collaborazione proficua che ci ha permesso di creare eventi e situazioni speciali: la già citata “CitaNo alla droga”, ma anche l’Independence Day a Appignano, “Stay Here” a San Severino Marche, “Nati Liberi” a Mogliano, “Non fare lo sbronzo” a Camerino, e ancora una partecipazione più incisiva alla Notte Rosa a Porto Recanati, agli Aperitivi Europei di Macerata, alla Notte dei Folli di Sarnano, a Svicolando a Montecassiano, alle serate dello Shada e alle feste della birra di San Claudio, Appignano e Montecassiano».

«Aumentare la nostra azione di prevenzione e promozione del benessere, sia in quantità che in qualità – aggiungono i promotori dell’iniziativa -, è dovuto in particolare al lavoro della Cabina di regia del Dipartimento Dipendenze Patologiche Area vasta 3 che in questo 2016 sta efficacemente coordinando i Team di Stammibene e di Alza la Testa non il gomito, supportate rispettivamente dalle associazioni Glatad e Pars, e accrescendo le collaborazioni con istituzioni e associazioni del territorio».

Igor-Crazy_kenzb

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments