Arriva nelle case il manuale di protezione civile

È in distribuzione a tutte le famiglie di Recanati il Manuale di Protezione Civile, un vero e proprio vademecum con informazioni e nozioni utili per la gestione di situazioni di emergenza. L’idea è nata dal gruppo comunale di Recanati guidato dalla coordinatrice Raffaela Caraceni in sintonia con il Sindaco Francesco Fiordomo e il consigliere delegato alla Protezione Civile Mirco Scorcelli.

Ottomila le copie in distribuzione e stampate grazie alla Tecnostampa, mecenate del progetto. Il manuale intende sottolineare l’importanza della catena del soccorso che si attiva in caso di emergenza ed evidenziare i passaggi che una chiamata attraversa e che permette di individuare dove recarsi e cosa fare. L’opuscolo è stato pensato anche per i più giovani in vista di una imminente campagna di sensibilizzazione nelle scuole di Recanati.

Salvo, il personaggio ideato da Lorenzo Bracalente, è la mascotte del manuale creata soprattutto per essere riconoscibile ai ragazzi per un approccio più immediato e utile anche alla didattica. «L’idea – spiega il delegato alla protezione Civile Mirco Scorcelli – è nata dalla collaborazione tra l’amministrazione Comunale e la protezione Civile per sensibilizzare la cittadinanza sui potenziali rischi nelle situazioni di emergenza come sismi, ricerca persone e alluvioni, e dare gli strumenti per affrontarli. Inoltre, l’opuscolo illustra i punti di raccolta, ovvero specifiche aree territoriali per poter ritrovarsi in situazioni di emergenza».

Il manuale ha visto la partecipazione anche di Michela Pierini e Lorenzo Piccinini per la stesura del testo e Nicola Ruggiero per il layout grafico e l’impaginazione. «Un importante attività di informazione soprattutto nelle scuole, volta a valutare il comportamento della cittadinanza in situazioni di emergenza. Dopo l’assegnazione della sede e la fornitura di attrezzature si apre oggi una nuova tappa significativa per l’importanza che la divulgazione riveste nell’informare la popolazione», dichiara il sindaco Francesco Fiordomo.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments