La giornata di martedì 26 luglio ha segnato l’inizio ufficiale della Gmg di Cracovia.

Foto di gruppo appena giunti a Cracovia
Foto di gruppo appena giunti a Cracovia

 

Cracovia
Cracovia

 

 

 

 

 

Dopo esserci svegliati alle 6:30, per permettere a tutti di prepararsi con calma e fare colazione, siamo partiti per raggiungere Cracovia, dove, appena arrivati, abbiamo incontrato il vescovo Marconi nei pressi di Casa Italia, dove abbiamo potuto gustare un buon caffè italiano. Il Vescovo, accolto trionfalmente dai nostri ragazzi con il coro “Nazzareno, uno di noi”, ci ha salutato augurandoci una buona Gmg e dicendo che proverà a stare con noi il più possibile.

WhatsApp-Image-20160727 (3)
Scorcio del centro di Cracovia
In cammino verso il Blonia Park
In cammino verso il Blonia Park

 

 

 

 

 

Purtroppo non siamo riusciti a visitare la cattedrale data la gran fila di persone, così dopo pranzo ci siamo mossi verso il Blonia Park per la Santa Messa delle 17 con il cardinal Dziwisz.

I maceratesi al Blonia Park
I maceratesi al Blonia Park
Scorcio del Blonia Park
Scorcio del Blonia Park

 

 

 

 

 

Prima della Messa, lungo il cammino, c’è stata l’occasione buona per chiedere a qualche ragazzo perché ha scelto di venire alla Gmg.

Laura Lorenzini, da Recanati, ha risposto:”Volevo provare questa bellissima esperienza che hanno già fatto alcuni miei parenti e conoscenti ma anche perché volevo la conferma che quando tanti rispondono alla chiamata e sono uniti avvengono grandi cose!”. Il cardinale, prima della Santa Messa, ha chiesto “a Dio il dono della pace per questo nostro mondo inquieto”. “Cosa vogliamo portarci via da qui? Forse faremo dei propositi importanti e ci porremo nuovi fini – ha proseguito Dziwisz -; meglio non rispondere troppo presto a questa domanda, ma accettiamo la sfida in questi giorni: ascoltate i vescovi, il Papa Francesco e sperimentate il sacramento della riconciliazione”. “Quando tornate a casa – ha concluso il porporato – ricordate a tutti che sono ‘beati i misericordiosi perché troveranno misericordia’, affinché i cuori dei vostri amici battano allo stesso ritmo del cuore di Cristo”.

WhatsApp-Image-20160727 (7)
Il vescovo Marconi coi ragazzi di Tolentino appena arrivati

Chiara Orazi (parrocchia Santa Croce di Macerata), con semplicità ha detto: “Sono venuta qua con tante paure, dubbi, incertezze e una forte necessità di ritrovare e risentire Dio,
Sono venuta qua credendo che solo io e pochi altri hanno detto sì alla Gmg, invece ho trovato migliaia di ragazzi come me che camminano per le strade cantando, che alla fine si abituano pure ad un materassino e una palestra per dormire per poi risvegliarsi con quei occhi vivi che tutti ci hanno riconosciuti con la stessa gioia che ci accomuna tutti rendendoci un’unica cosa meravigliosa.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments