WhatsApp-Image-20160731
Le Lodi mattutine nella palestra dove avevamo dormito

Giornata di pellegrinaggio per la comitiva maceratese, partita verso le 11 di sabato e arrivata, dopo un tratto in pullman, uno in tram, e gli ultimi 5 km a piedi, al Campus Misericordiae alle 16.

 

 

WhatsApp-Image-20160731 (1)
Foto ricordo dei maceratesi (manca Tolentino)
WhatsApp-Image-20160731 (2)
La lunghissima coda in attesa del tram

 

 

 

 

WhatsApp-Image-20160731 (3)
In cammino verso il Campus Misericordiae

Qui ci siamo sistemati e abbiamo atteso l’inizio della veglia, cominciata alle 19 circa.

WhatsApp-Image-20160731 (4)
Anche i soldati della sicurezza inginocchiati durante l’adorazione

WhatsApp-Image-20160731 (9)

 

 

 

 

 

Come potrà confermare chi dall’Italia ha seguito la diretta video trasmessa da Tv2000, davvero toccanti sono state le testimonianze di una ragazza siriana e un uruguayano, che ci hanno raccontato la loro conversione.

Il Pontefice inizialmente ci ha invitato a “pregare insieme a motivo della sofferenza delle tante vittime della guerra, affinché possiamo capire che niente giustifica il sangue di un fratello”. “Noi non vogliamo vincere l’odio con più odio, la nostra risposta si chiama fraternità, fratellanza, comunione, famiglia”.

WhatsApp-Image-20160731 (5)

WhatsApp-Image-20160731 (7)

 

 

 

 

 

 

Poi Francesco ci ha messo in guardia da una “paralisi spesso difficile da identificare, e che ci costa molto riconoscere, e che nasce quando si crede che per essere felici abbiamo bisogno di un buon divano. Il mondo non ha bisogno dei giovani divano – ha proseguito – ma dei giovani con le scarpe”.

“Oggi Gesù – ha infine concluso – ti chiama a lasciare la tua impronta, che riempia di vita la tua storia e quella di tanti altri. Ti invita a lasciare la strada del non senso, ci stai? Il Signore benedica i vostri sogni, grazie”.

L’ultimo momento importante di questa giornata è stato un breve ma intenso tempo di adorazione eucaristica, davvero molto partecipato, considerando che siamo circa 1 milione e mezzo accampati qui al Campus Misericordiae.

Nei ragazzi, oltre alla comprensibile stanchezza, c’è anche tanta voglia di stare insieme e la trepidazione per la Messa che ci sarà tra poche ore.

WhatsApp-Image-20160731 (6)
Di nuovo in attesa del Papa per la Messa conclusiva
WhatsApp-Image-20160731 (8)
Il palco all’alba di domenica

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments