L’Ac ricorda con affetto e gratitudine mons. Mansueto Bianchi

«Ci lascia un uomo buono e schivo, uno studioso vivace e profondo, un pastore discreto e appassionato». Con queste parole il professor Luigi Alici, già presidente nazionale di Azione Cattolica, ricorda monsignor Mansueto Bianchi, scomparso ieri, mercoledì 3 agosto, a seguito di una forma tumorale aggressiva diagnosticatagli nel marzo scorso.

Ordinato sacerdote nel 1974, era nato in provincia di Lucca il 4 novembre 1949 e aveva svolto anche il ruolo di presidente della Commissione Episcopale per l’Ecumenismo e il dialogo della Cei. Il 5 aprile del 2014, papa Francesco lo aveva nominato Assistente generale dell’Azione Cattolica italiana. «In questo tempo di malattia – si legge nella nota diramata dall’Ac nazionale – momsignor bianchi non ha mai perso lucidità e più volte ha affermato di voler offrire la sua sofferenza per il bene dell’Azione Cattolica italiana, considerata da lui un dono per il suo ministero episcopale».

Dal sito nazionale di Ac il ricordo è vivo, fortificante nella Fede: «Facciamo un’esperienza pasquale, lasciando che dalla morte nasca una vita nuova; non solo quella di mons. Bianchi davanti al volto della Misericordia, ma anche la nostra. Nuova perché più ricca di insegnamenti che, in tempi e modi diversi, abbiamo raccolto standogli accanto in questo prolungato tempo di malattia. Sono semplici e preziosi. Hanno caratterizzato la sua vita e potranno ancora accompagnare la nostra».

Giunge anche dell’Ac diocesana il sentito cordoglio per una «guida esemplare nell’incoraggiamento e la profondità delle parole con le quali ci ha aiutato a camminare da laici nella sequela di Cristo». La presidenza diocesana e tutta l’Ac della diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia, rende noto dal suo sito ufficiale che «si unisce ai suoi cari e alla presidenza nazionale nella preghiera e nel ricordo affettuoso, grati al Padre per il dono della sua paterna presenza a fianco dell’Associazione e consolati della speranza che si tratta solo di un arrivederci.»

Questa sera, giovedì 4 agosto, alle ore 21 ci sarà una veglia di preghiera nella chiesa grande della Domus Mariae a Roma, mentre i funerali si svolgeranno venerdì alle 17 nella cattedrale di Pistoia, il 6 agosto alle 10 in cattedrale a Lucca e sabato 6 agosto alle 16 a S. Maria a Colle, paese natale di monsignor Bianchi.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments