Intesa tra Regione e province su caccia e pesca nelle acque interne

L'accordo riguarda la disciplina delle funzioni di vigilanza

Raggiunta questa mattina, giovedì 11 agosto, alla presenza degli assessori regionali alla Caccia, Moreno Pieroni, al Bilancio ed Enti locali, Fabrizio Cesetti e dei presidenti delle cinque Province marchigiane, l’intesa per la disciplina delle funzioni di vigilanza relative alla caccia e alla pesca nelle acque interne.

In particolare le funzioni che svolgerà la Polizia provinciale riguardano la tutela e recupero della fauna, vigilanza, prevenzione, accertamento, controllo, repressione degli illeciti amministrativi in materia di caccia e pesca, compresa la conservazione, riconsegna o distruzione dei beni sequestrati o confiscati. Le Province potranno assicurare inoltre, tramite il personale adibito, ulteriori funzioni, tra le quali, espletamento dei servizi di polizia stradale per la viabilità: funzioni ausiliarie di pubblica sicurezza; funzioni di polizia giudiziaria; attività di polizia per la protezione dell’ambiente in genere.

Nel periodo di validità dell’intesa – tre anni – la Regione corrisponderà alle Province l’intero costo del personale delle unità di Polizia provinciale in base al rendiconto del 2015, mentre il costo per la gestione del servizio sarà compensato dagli introiti diretti , così come stabilito con legge regionale n.18/2016, a titolo di sanzioni amministrative in materia di caccia e pesca. Accordo anche sul rimborso delle spese sostenute per far fronte alle attività di recupero, cura e riabilitazione di animali feriti e della rimozione e smaltimento delle carcasse di animali selvatici deceduti.

Nello schema di accordo – che sarà formalizzato nella prossima seduta della giunta regionale a fine mese – è previsto inoltre che tali attività saranno svolte in base a un programma operativo annuale stabilito d’intesa tra la Regione ed ogni Provincia che avrà il compito di provvedere, tramite il personale al rinvenimento di animali feriti, ai fini del loro recupero, cura e riabilitazione, e della rimozione e smaltimento delle carcasse di animali deceduti, con oneri a carico del bilancio regionale. Il programma operativo conterrà inoltre il dettaglio delle attività di vigilanza relative alla caccia e alla pesca nelle acque interne ricollocate presso le Province.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments