«Dialetto che piacere»: a Collevario torna in scena la tradizione

La rassegna giunta alla sua 10ª edizione si svolgerà dal 25 al 27 agosto

Giunta alla decima edizione, torna nel quartiere di Collevario di Macerata la rassegna teatrale Dialetto che piacere. L’iniziativa, promossa dall’associazione culturale Palcoscenico, dal Centro sociale Anziani in collaborazione con la Federazione Italiana Teatro Amatori e patrocinata dal Comune di Macerata, si avvale quest’anno della collaborazione degli esercizi commerciali della zona e si svolgerà da giovedì 25 a sabato 27 agosto, alle 21.30, sull’area del parcheggio di via Ungaretti.

Si inizia con la compagnia La nuova Cappelette di Porto san Giorgio (giovedì 25 agosto) che metterà in scena Passatu lu santu finita la festa di Brandani e Simonelli per la regia di Paola Tonelli. Il giorno successivo, 26 agosto la Compagnia In…stabile di Civitanova Marche presenterà Don Erpidio di Filippo Cruciani per la regia di Luigi Talamonti.

Sabato 27 sarà la volta della Compagnia Madonna del Monte con Dio li fa poi li storpia di Sante Latini e Claudio Monachesi. La rassegna si concluderà domenica 28 agosto con la Gtm Giulio De Rosa di Montegranaro che presenterà Vito de Cassia tratto dall’opera lirica di Giacomo Puccini Gianni Schicchi per la regia di Magda Allegri.

Il costo per assistere agli spettacoli è pari a 2 euro (1 euro ridotto per i bambini). Ingresso gratuito per chi cenerà nel vicino ristorante e presenterà lo scontrino alla cassa.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments