«Sibillini e dintorni»: il meglio dell’automobilismo storico dal 25 al 27 agosto

Al via giovedì la 9ª edizione del raduno di auto d'epoca organizzato dalla Scuderia Marche-Club Motori Storici. Ai nastri di partenza torna Francesca Grimaldi

Dal 25 al 27 agosto Macerata sale nuovamente alla ribalta nazionale dell'automobilismo storico grazie a Sibillini e dintorni, il raduno di auto d'epoca organizzato dalla Scuderia Marche-Club Motori Storici. Giunta alla 9a edizione, la manifestazione premiata dall'ASI con undici manovelle d'oro - di cui una ad honorem - quest'anno porta la sua affascinante carovana di signore d'epoca per antichi borghi e dolci colline, da Apiro e Appignano fino a Civitanova Marche e Montecosaro. Appuntamenti ormai tradizionali per il capoluogo di provincia sono la Rievocazione storica del Circuito della Vittoria, venerdì 26 agosto, e lo spettacolo di beneficenza in favore della CRI comitato locale di Macerata all'Arena Sferisterio sabato 27. Un tuffo nel passato per la gioia di tanti maceratesi, Sibillini e dintorni promette un'edizione ricca di esemplari unici, come la Peugeot Tipo 69 Bébé del 1905 uscita appositamente dal Museo dell'Automobile di Torino, la Delahaye 135 MS Cabriolet del 1947 proveniente da Nizza e la Riley 12/4 del 1938 che ancora oggi partecipa ai rally più impegnativi d'Europa e che, per la prima volta, prende parte al raduno maceratese. Ai nastri di partenza, per il secondo anno consecutivo torna Francesca Grimaldi: volto storico del Tg1 e giornalista curatrice della rubrica Tg1 Motori, Grimaldi sarà alla guida di una Jaguar XK 120 spider del 1951. Dalla montagna al mare, l'edizione 2016 della kermesse organizzata dalla Scuderia Marche mette in mostra alcuni dei gioielli del nostro territorio. Si comincia con Apiro, dove la carovana di Sibillini e dintorni arriva alle 11 di giovedì 26 e, mentre gli equipaggi andranno alla scoperta dei tesori del centro storico, le auto faranno bella mostra di sé nella piazza principale. Dopo pranzo si parte alla volta del Lago di Castreccioni, quindi la visita al Museo del Sidecar a Cingoli, per poi sgommare alla volta di Appignano. La terra dei Maestri vasai accoglierà gli equipaggi di Sibillini e dintorni ai Frati di Forano alle 18 e nella piazza principale alle 19.30. Venerdì 26 il raduno fa tappa a Civitanova Marche: alle 10.30 i bolidi d'antan sono attesi al porto turistico, dove il molo con i suoi murales farà da cornice alla carovana per un colpo d'occhio d'eccezione. Nel pomeriggio di venerdì, rientro a Macerata per prepararsi alla Rievocazione storica del Circuito della Vittoria: confermato il percorso della gara di regolarità che parte anche quest'anno da Corso Cavour alle 21.30 per arrivare in piazza della Libertà passando per via Garibaldi, via Crescimbeni, piazza Vittorio Veneto e corso della Repubblica. Gli equipaggi vestiranno abiti d'epoca sfidandosi anche per il premio d'eleganza della CRI. Nuovamente ad est sabato 27 agosto: la mattina, infatti, la carovana di Sibillini e dintorni arriva alle 10.30 nel centro storico di Montecosaro, dopo la visita all'Abbazia di Santa Maria a Piè di Chienti. Nel pomeriggio, al rientro a Macerata, ad attendere gli equipaggi c'è il tour al Museo di Palazzo Ricci per ammirare i capolavori d'arte del Novecento. Conclude la tre-giorni di raduno lo spettacolo di beneficenza pro Croce Rossa Italiana comitato locale di Macerata all'Arena Sferisterio, dove la Compagnia della Marca porta in scena Salvatore Giuliano, il musical di Dino Scuderi. Sibillini e dintorni è organizzata con il patrocinio della Regione Marche e dei Comuni di Macerata, Apiro, Appignano, Civitanova Marche, Montecosaro ed è realizzata in collaborazione con CRI Comitato Locale di Macerata, Automobile Club Macerata e Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata. Principali sostenitori della manifestazione sono Banca Mediolanum ufficio di Macerata, RotoPress International e RemaTarlazzi

Dal 25 al 27 agosto Macerata sale nuovamente alla ribalta nazionale dell’automobilismo storico grazie a Sibillini e dintorni, il raduno di auto d’epoca organizzato dalla Scuderia Marche-Club Motori Storici. Giunta alla 9ª edizione, la manifestazione premiata dall’Asi con undici manovelle d’oro – di cui una ad honorem – quest’anno porta la sua affascinante carovana di signore d’epoca per antichi borghi e dolci colline, da Apiro e Appignano fino a Civitanova Marche e Montecosaro. Appuntamenti ormai tradizionali per il capoluogo di provincia sono la Rievocazione storica del Circuito della Vittoria, venerdì 26 agosto, e lo spettacolo di beneficenza in favore della Cri comitato locale di Macerata all’Arena Sferisterio sabato 27.

Un tuffo nel passato per la gioia di tanti maceratesi, Sibillini e dintorni promette un’edizione ricca di esemplari unici, come la Peugeot Tipo 69 Bébé del 1905 uscita appositamente dal Museo dell’Automobile di Torino, la Delahaye 135 MS Cabriolet del 1947 proveniente da Nizza e la Riley 12/4 del 1938 che ancora oggi partecipa ai rally più impegnativi d’Europa e che, per la prima volta, prende parte al raduno maceratese.

Ai nastri di partenza, per il secondo anno consecutivo torna Francesca Grimaldi: volto storico del Tg1 e giornalista curatrice della rubrica Tg1 Motori, Grimaldi sarà alla guida di una Jaguar XK 120 spider del 1951. Dalla montagna al mare, l’edizione 2016 della kermesse organizzata dalla Scuderia Marche mette in mostra alcuni dei gioielli del nostro territorio.

Riley 12_4 del 1938
Riley 12_4 del 1938

Si comincia con Apiro, dove la carovana di Sibillini e dintorni arriva alle 11 di giovedì 26 e, mentre gli equipaggi andranno alla scoperta dei tesori del centro storico, le auto faranno bella mostra di sé nella piazza principale. Dopo pranzo si parte alla volta del Lago di Castreccioni, quindi la visita al Museo del Sidecar a Cingoli, per poi sgommare alla volta di Appignano. La terra dei Maestri vasai accoglierà gli equipaggi di Sibillini e dintorni ai Frati di Forano alle 18 e nella piazza principale alle 19.30.

Venerdì 26 il raduno fa tappa a Civitanova Marche: alle 10.30 i bolidi d’antan sono attesi al porto turistico, dove il molo con i suoi murales farà da cornice alla carovana per un colpo d’occhio d’eccezione. Nel pomeriggio di venerdì, rientro a Macerata per prepararsi alla Rievocazione storica del Circuito della Vittoria: confermato il percorso della gara di regolarità che parte anche quest’anno da Corso Cavour alle 21.30 per arrivare in piazza della Libertà passando per via Garibaldi, via Crescimbeni, piazza Vittorio Veneto e corso della Repubblica. Gli equipaggi vestiranno abiti d’epoca sfidandosi anche per il premio d’eleganza della Cri.

Nuovamente ad est sabato 27 agosto: la mattina, infatti, la carovana di Sibillini e dintorni arriva alle 10.30 nel centro storico di Montecosaro, dopo la visita all’Abbazia di Santa Maria a Piè di Chienti. Nel pomeriggio, al rientro a Macerata, ad attendere gli equipaggi c’è il tour al Museo di Palazzo Ricci per ammirare i capolavori d’arte del Novecento. Conclude la tre-giorni di raduno lo spettacolo di beneficenza pro Croce Rossa Italiana comitato locale di Macerata all’Arena Sferisterio, dove la Compagnia della Marca porta in scena Salvatore Giuliano, il musical di Dino Scuderi.

Sibillini e dintorni è organizzata con il patrocinio della Regione Marche e dei Comuni di Macerata, Apiro, Appignano, Civitanova Marche, Montecosaro ed è realizzata in collaborazione con Cri Comitato Locale di Macerata, Automobile Club Macerata e Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata. Principali sostenitori della manifestazione sono Banca Mediolanum ufficio di Macerata, RotoPress International e RemaTarlazzi.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments