E’ il penultimo appuntamento della stagione lirica recanatese e già si preannuncia il tutto esaurito per la Madama Butterfly di Giacomo Puccini prevista per mercoledì 24 agosto alle ore 21 a Villa Colloredo Mels, nella Città leopardiana.

Riportare l’opera lirica a Recanati nella città natale del tenore Beniamino Gigli: questa è la missione di Villa InCanto – coordinato da Chiarenza Gentili Mattioli, direttrice organizzativa della stagione – che, grazie al M° Riccardo Serenelli, da anni mette in scena opere liriche arricchite da una scenografia multimediale e in cui il pubblico è chiamato a divenire protagonista della rappresentazione.

Villa InCanto, tuttavia, è anche un binomio con una location prestigiosa e, al termine dello spettacolo, sarà infatti possibile apprezzare le ricchezze conservate nei Musei di Recanati raccontate dal direttore Antonio Perticarini che, a partire dalle ore 20, guiderà i visitatori alla scoperta delle raffinate opere d’arte del pittore veneto Lorenzo Lotto.

Per potersi poi “immergere” nell’atmosfera giapponese dell’opera lirica in programma, la scenografia è affidata alla maestria della poliedrica Diana Eugeni e di Riccardo Trubbiani, che hanno sviluppato un’idea. Protagonisti dell’opera pucciniana saranno il giovane ufficiale della Marina Militare statunitense Pinkerton, interpretato dalla calda e morbida voce del tenore veneziano Riccardo Gatto, che sposerà la geisha Cio Cio-san, impersonata da una delle migliori interpreti in circolazione, la dolce ed acuta soprano Hiroko Morita. A distruggere l’amore e la fiducia della geisha arriverà poi, come da copione, il Console Sharpless, interpretato dalla voce forte e strutturata del baritono Giulio Boschetti, che metterà al corrente Pinkerton dell’esistenza di un bambino nato dal matrimonio e cresciuto per anni da Cio-Cio san. E così Pinkerton tornerà in Giappone accompagnato dalla nuova moglie per riprendersi il bambino. Per Madama Butterfly sarà un’enorme sconfitta e deciderà di uscire silenziosamente di scena compiendo un gesto estremo.

Un momento della rappresentazione lirica
Un momento della rappresentazione lirica

A fare da cornice alla rappresentazione, il profumo «Incanto Infinito» ideato da Danhera, un giovane marchio locale, che inebrierà gli spettatori insieme con il gustoso apericena in cui degustare deliziosi prodotti tipici regionali come il prosecco della Cantina Conti Degli Azzoni, i maccheroncini de La Campofilone, l’Olio dell’oleificio Vitali, i liquori della distilleria Varnelli e le miscele di Kor Caffè.

Questi i contatti per informazioni e prenotazioni: 349 2976471 – info@villaincanto.eu.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments