di Giorgio Iacobone

Il 24 giugno scorso, don Andres, parroco della Santa Madre di Dio, ha presentato don Santos come suo sostituto nel mese di luglio. Così, domenica 1° luglio la comunità parrocchiale lo ha accolto con viva cordialità, rendendosi subito conto di quanto ricco fosse il suo bagaglio di spiritualità e di sapienza e quanto egli fosse disponibile a trasmetterlo ai fedeli. Don Santos, 34 anni, nativo della Repubblica Domenicana, è stato ordinato sacerdote l’11 luglio 2009 nella cattedrale di Santa Cruz. Laureato in Filosofia, ha retto la parrocchia di Nostra Signora della Speranza a Guayubin, sua città di nascita, fino allo scorso anno allorquando è stato inviato a Roma per frequentare la Pontificia Università Gregoriana, dove tuttora segue i corsi di teologia biblica.

Una serie di sue iniziative condivise dalla comunità hanno via via consolidato il legame con i fedeli. È stato felice di partecipare al gruppo WhatsApp della parrocchia e nell’apprendere la ricorrenza di un compleanno, ha invitato il festeggiato a presenziare alla Messa vespertina, per ottenere una personale benedizione. Un modo per sottolineare l’importanza degli avvenimenti della nostra vita, spesso trascurati dal caotico procedere della quotidianità. Questa iniziativa è continuata per tutti i parrocchiani che hanno festeggiato il compleanno nel mese di luglio, per cui in tali circostanze, la celebrazione veniva arricchita dalla benedizione personale, un gesto molto gradito non solo dal protagonista del giorno, ma da tutti i presenti, che partecipavano all’evento con quello spirito di fraternità che deve caratterizzare la comunità parrocchiale.

Altra iniziativa è stata quella di salutare i fedeli al termine della messa festiva in fondo alla Chiesa, augurando loro una buona domenica e soffermandosi ad ascoltare le persone, incoraggiate ad aprirsi dal suo cordiale approccio. Ha anche pubblicato sul gruppo WhatsApp le sue omelie domenicali, consentendo ai fedeli di approfondirle, con calma e in meditazione. La sua partecipazione alle partite di pallavolo, hanno determinato un particolare feeling con i giovani, anche se le partenze per le vacanze hanno di fatto diradato le occasioni di incontro, che se più numerose avrebbero di certo invogliato i giovani della parrocchia ad una maggiore partecipazione alla vita comunitaria.

Questo splendido rapporto con i fedeli si è manifestato anche l’11 luglio in occasione dell’anniversario della sua ordinazione. Tanti i presenti alla celebrazione, al termine della quale l’evento è stato festeggiato anche con una partecipata riunione conviviale, nel corso della quale è stata donata a don Santos una Bibbia con la traduzione in ebraico e latino, regalo molto apprezzato, anche perché inerente ai suoi attuali studi universitari.

Alcuni parrocchiani accompagnato don Santos in un tour turistico ed ha avuto tra l’altro modo di gustare le bellezze dell’Abbadia di Fiastra. Al termine della sua missione nella nostra parrocchia son Santos ha avuto parole di vivo ringraziamento per l’accoglienza ricevuta e l’intera comunità si è stretta intorno a lui in occasione della celebrazione della messa dell’ultimo giorno per testimoniargli la gratitudine per quanto ha donato.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments