«Sibillini e dintorni»: Montecosaro e Appignano protagoniste dell’ultima giornata

Nella tappa mattutina di sabato scorso, 26 agosto, le auto d'epoca sono arrivate rombando nella quiete di piazza Trieste di uno dei "Borghi più belli d'Italia"

Montecosaro e Appignano protagoniste dell’ultima giornata di “Sibillini e dintorni”. Nella tappa mattutina di sabato scorso, 26 agosto, le auto d’epoca sono arrivate rombando nella quiete di piazza Trieste di uno dei “Borghi più belli d’Italia”: il Teatro delle Logge e la visita al “Museo a pennello” a Palazzo Marinozzi quindi il pranzo preparato dalla Pro Loco. Appignano è stata l’ultima meta del viaggio alla scoperta delle bellezze paesaggistiche, architettoniche ed enogastronomiche della provincia di Macerata. I partecipanti alla kermesse motoristica hanno ricambiato il caloroso benvenuto del sindaco Osvaldo Messi e dei suoi concittadini disponendo le proprie auto nella piazza centrale e attorno al centro storico, lungo le antiche mura urbiche, dove sono state in esposizione fino a tarda sera.

Proprio nel cuore del borgo famoso come centro di produzione della terracotta e del mobile, la 10ª edizione del raduno organizzato dalla Scuderia Marche-Club Motori Storici si è conclusa sulle struggenti note di antiche ballate di differenti tradizioni regionali, eseguite con maestria da Franco Morone, chitarrista fingerstyle italiano fra i più apprezzati, in duo con Raffaella Luna. I loro “Canti lontani nel tempo” sono stati un raffinato omaggio musicale con il quale gli organizzatori hanno voluto ringraziare gli equipaggi per la loro partecipazione.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments