Seguire Gesù significa vivere del suo amore fino al dono di sé. Significa incamminarsi sulla via dell’umiltà e della spoliazione. Significa disponibilità a rischiare tutto per lui. Significa uscire dalle proprie abitudini e sicurezze come per Abramo e per tutti i chiamati. Significa aprirsi alla dimensione dell’«essere per», così come Gesù ha offerto la sua vita «per» molti. Allora «salvare la propria vita» è affidarsi fino alla morte a Cristo, l’unico che l’ha vissuta in pienezza e che ora può custodirla nell’amore del Padre.


Il repertorio musicale per la celebrazione eucaristica

Abbreviazioni
RN: Repertorio Nazionale di Canti per la Liturgia
CdP: Nella Casa del Padre (LDC, Leumann – Torino, edizione 1997)

Ingresso
CELEBRA IL SIGNORE TERRA TUTTA (M.Frisina) esempio
oppure
TERRA TUTTA DA’ LODE A DIO (G.Ferrero, R.D’Andrea, L.Deiss; RN 306) esempio

Kyrie, eleison
KYRIE, ELEISON (J.Berthier; RN 2) esempio

Inno di Lode
GLORIA IN EXCELSIS DEO (J.P.Lécot; RN 8) esempio

Salmo Responsoriale
HA SETE DI TE, SIGNORE, L’ANIMA MIA
(una proposta può essere scaricata e ascoltata al seguente link dal sito web di Tele Radio Padre Pio)

Canto al Vangelo
ALLELUIA! PASSERANNO I CIELI (S.Varnavà; RN 13) esempio
oppure
ALLELUIA (L.Deiss; RN 9) esempio

Professione di fede
CREDO (A.Parisi; partitura)

Presentazione dei doni
SE QUALCUNO HA DEI BENI (M.Bonfitto) esempio

Santo
SANTO (G.M.Rossi; RN 26) esempio

Anamnesi
ANNUNCIAMO LA TUA MORTE, SIGNORE (G.M.Rossi; RN 28) esempio

Dossologia
AMEN (B.Cerino; RN 31) esempio

Padre nostro
PADRE NOSTRO (Messale Romano, RN 33) esempio

Embolismo
TUO È IL REGNO (A.Kunc; RN 35) esempio

Frazione del pane
AGNELLO DI DIO (L.Picchi; RN 37) esempio

Comunione
SEI TU, SIGNORE, IL PANE (E.Costa, G.Kirbye; RN 378) esempio
oppure
O GESÙ, TU SEI IL PANE (B.V.Modaro; RN 367) esempio

Congedo
CHIESA DEL RISORTO (M.Frisina) esempio

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments

CONDIVIDI
Articolo precedenteUn Dio che sorride e che non digrigna i denti
Prossimo articoloSan Giuliano. Germania, Francia e Malta alla festa dell’Ospitalità
Sono nato nel 1970. Oltre agli studi musicali presso il Conservatorio Statale di Musica "G.Rossini" di Pesaro e alla laurea in ingegneria, ho conseguito i diplomi al Co.Per.Li.M. e al corso biennale "Giovanni Maria Rossi" per direttore di coro liturgico della Conferenza Episcopale Italiana. Collaboro con la Sezione Musica per la Liturgia dell'Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana. Sono docente dei corsi di Musica Liturgica On Line e del COPERLIM. Sono vicedirettore dell'Ufficio Liturgico della Diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia. Dal 1993 sono maestro direttore della Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata.