«Anomalie»: una giornata di studi sull’ospedale psichiatrico di Santa Croce

Sabato 9 settembre, alle ore 10, nella sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata

Una giornata di studi sulla storia dell’ex ospedale psichiatrico di MacerataSabato 9 settembre, alle ore 10, nella sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti, studiosi provenienti da varie discipline ripercorreranno la storia del manicomio Santa Croce di Macerata attraverso una breve introduzione ai documenti conservati nel fondo dell’ex ospedale psichiatrico, parzialmente depositati presso l’Archivio di Stato e, discutendo delle pratiche terapeutiche attuate nel ‘900 all’interno dei manicomi, si ripercorreranno le vicende del Santa Croce dalla sua fondazione fino alla chiusura.

L’evento fa parte del progetto Anomalie, ideato e realizzato dall’associazione
culturale McZee in collaborazione con il Comune di Macerata e l’Asur Marche, con il contributo di Fondazione Carima.

Verranno illustrate le storie di alcuni uomini che al Santa Croce furono internati, raccontando le vicende di Antonio Tolomei, scultore ricoverato a fine ‘800 che durante l’internamento aveva realizzato il suo capolavoro ligneo “il tavolo girante e parlante” oggi andato perduto, di Giovanni Antonelli poeta e scrittore che scrisse un’autobiografia da poco ripubblicata da un editore sensibile e attento.

Per la prima volta si parlerà di due fotografi maceratesi ritrovati, dei quali sono emerse alcune fotografie inedite per poi discutere del futuro del manicomio Santa Croce che, vista l’inagibilità, potrebbe rischiare l’abbandono.

Nel pomeriggio, dalle ore 14.30, si discuterà dei concetti di art brut, outsider art o arte irregolare per capire che cosa descrivono queste tante denominazioni e quali sono gli artisti storici e quelli odierni che rientrano sotto tali categorie. Si parlerà dell’interesse di una casa editrice maceratese, la Quodlibet, nei confronti dell’arte irregolare e verrà presentato, infine, il progetto nazionale Costruttori di Babele anche attraverso la visione di fotografie e brevi documentari, con un occhio di riguardo al nostro territorio.

Tra gli interventi previsti quelli di Isabella Cervellini su “Il fondo dell’ex manicomio Santa Croce presso l’Archivio di Stato di Macerata”, di Romano Ruffini che parlerà sull’argomento “Le “officine” delle anomalie dell’intelletto nel territorio maceratese” mentre Giulia Pettinari interverrà su “Antonio Tolomei “intagliatore valentissimo”.

Il progetto Anomalie comprende anche le due mostre, inaugurate lo scorso 2 settembre nell’area dell’ex ospedale psichiatrico, On_the_Spot//Anomalie. Installazioni d’arte contemporanea site – specific e RISCOPERTI. Storia e storie del manicomio Santa Croce che rimarranno aperte al pubblico fino al prossimo 17 settembre.

Per maggiori informazioni è possibile inviare una mail a: info.mczee@gmail.com.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments