Macerata. Polemiche in Consiglio per la variazione di Bilancio sullo Sprar

Ratificata la delibera di variazione di Bilancio adottata dalla Giunta in via d’urgenza

(Foto Radio Nuova Macerata)

Ratificata la delibera di variazione di Bilancio adottata dalla Giunta in via d’urgenza e presentata dall’assessore Marco Caldarelli. Tra i punti, l’accoglienza e l’integrazione dei rifugiati nell’ambito dei progetti Sprar per un importo pari a 942mila euro. Questa voce ha catalizzato la discussione a seguito della dura presa di posizione della consigliera Debora Pantana (Forza Italia) che ha lasciato l’aula e il dibattito in corso dopo aver espresso un “no netto” al sostegno alle politiche migratorie.

Il comportamento della Pantana è stato stigmatizzato dal consigliere Maurizio Del Gobbo (PD), precisando che l’accoglienza è il fiore all’occhiello della città, che il governo nazionale si sta comportando in maniera precisa sulla questione e che i fondi non gravano sul bilancio comunale ma arrivano alla città dal Ministero, destinati alle associazioni che operano per l’accoglienza e l’integrazione.

«Questi progetti danno lavoro a molti giovani maceratesi», ha aggiunto il consigliere Marco Menchi (La città di tutti), mentre Anna Menghi, dell’omonimo gruppo, ha sottolineato che certi stanziamenti stridono con la decennale passività del Governo su altri temi come quello dell’autonomia dei disabili.

Per Ivano Tacconi (Udc) e Paolo Micozzi (Pd) dalla semplice accoglienza si deve giungere all’integrazione, mentre per Andrea Boccia (M5S) con i progetti SPRAR si intercettano i fondi statali sul nostro territorio.

La delibera di variazione di bilancio è passata con 16 voti a favore (maggioranza), 2 contrari (FI e Fratelli d’Italia) e 5 astensioni (M5S e Città viva).

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments