«È difficile tenere il passo di due testardi come il vostro sindaco ed il parroco». Il vescovo Nazzareno Marconi ha scherzato rivolgendo parole di affetto e stima al Sindaco e a son Igino per come hanno saputo collaborare e riaprire al culto la chiesa di San Francesco in tempo record. È il primo edificio sacro ad essere nuovamente popolato dai fedeli con un intervento che ha assommato ai lavori di somma urgente una vera e propria ristrutturazione, in questo caso finanziata dal Comune che è proprietario dell’edificio di culto.

«Un intervento semplice ed essenziale, non troppo costoso, ma risolutivo», ha proseguito il Vescovo. Grande festa per il Rione Mercato con i bambini protagonisti per tutta la giornata e le signore del quartiere impegnate per preparare frittelle e zeppole per la tradizionale “Festa del Ciao”.

«Dopo San Francesco riapriremo entro pochi mesi San Vito con il metodo San Francesco, ovvero con fondi comunali che si uniscono a quelli della Protezione Civile. Ed è partito anche l’intervento per il portale di Sant’Agostino. Auguro al Vescovo di riuscire ad intervenire presto sulle chiese di Castelnuovo e San Domenico, di proprietà della Curia, e su quella dei Padri Passionisti», ha affermato il sindaco Francesco Fiordomo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments