Strade d’Europa. al via il progetto «Giga»: primo incontro il 5 ottobre

L'appuntamento si svolgerà alla Sala Castiglioni della Biblioteca Comunale Mozzi-Borgetti di Macerata e avrà come ospiti Paolo Merlini, e Maurizio Silvestri

Giga (Gruppo d’Incontro Giovani e AggregAzione) è un progetto cofinanziato dalla Regione Marche e dal Dipartimento della Gioventù nell’ambito dell’intervento “AggregAzione”, creato e coordinato dall’associazione Strade d’Europa, con la partecipazione del Comune di Macerata e di altre sette associazioni maceratesi. Dopo una serie di attività curate dall’’Osservatorio di Genere, e da Kathodik ora è la volta di Alter Eco. L’attività proposta da Alter Eco prevede l’organizzazione e la realizzazione di tre incontri, rivolti a giovani studenti e lavoratori, focalizzati sulla narrazione e valorizzazione della terra e del territorio attraverso il viaggio, la riscoperta di tradizioni e specialità enogastronomiche profondamente legate alla vocazione e alla storia di un determinato luogo.

Il primo incontro si terrà giovedì 5 Ottobre alle ore 18.30 presso la Sala Castiglioni della Biblioteca Comunale Mozzi-Borgetti di Macerata e avrà come ospiti Paolo Merlini, e Maurizio Silvestri, autori di libri di viaggio dedicati alle Marche, all’Abruzzo e alle “città nascoste” Trieste, Livorno, Taranto. Paolo Merlini e Maurizio Silvestri viaggiano unicamente con i mezzi pubblici, autobus di linea e treni regionali. Narrano la geografia del patrimonio enogastronomico dei luoghi che visitano in modo non convenzionale alla ricerca continua di incontri, casuali e non, con scrittori, giornalisti, contadini, osti, vignaioli, artigiani, veri custodi dei luoghi, di storie e di saperi.

Con loro si parlerà di cosa significa oggi, “pur in un’epoca fondata sulla convinzione di conoscere e aver esperito già tutto, non rinunciare al desiderio di mettersi in treno, in traghetto o in corriera per afferrare dettagli, odori, parole di un luogo. Perché è proprio attraverso gli scarti, i dettagli marginali, gli scampoli di vita che è possibile capire di che pasta sia fatta, ancora oggi, l’anima di un luogo, e se sia ancora possibile afferrarla” (dalla prefazione di Alessandro Leogrande a “Le città nascoste”).

Gli incontri con l’Associazione Alter Eco proseguiranno il 12 e il 19 Ottobre alle 18,30 presso i Magazzini Uto (ex Tipografia Operaia) di Macerata con “Vini di terroir ” ed “Elogio del vino sfuso” due eventi da non perdere legati alla valorizzazione della cultura agricola e del vino come testimone di un luogo.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments