«Un bosco per la città»: appuntamento il 1° ottobre alla chiesa Santa Madre di Dio

La piantumazione è stata realizzata al fine di lasciare ai ragazzi che riceveranno la cresima un segno tangibile di armonia con la natura, con l'auspicio che tale sacramento dia la forza ai ragazzi di crescere nella fede, nella speranza e nella carità

Presso il piazzale antistante la chiesa di Santa Madre di Dio si sono dati appuntamento i ragazzi che riceveranno la Cresima domenica 1° ottobre, Agnese, Alessia, Alice, Angela, Martina, Veronica, Elia, Carlo, Riccardo Fer., Riccardo Fag. Jacopo, Francesco e Federico. Erano presenti anche alcuni membri della parrocchia con il parroco don Andres, dei tecnici del Comune e amici dell’Associazione Culturale “Un Punto Macrobiotico” di Macerata per piantare 14 alberi (2 tigli, 6 melograni e 6 lagerstroemie). Questa iniziativa è nata su proposta dei catechisti dei cresimandi, in sintonia col progetto “Un Bosco per la Città”, ideato dal concittadino Mario Pianesi (ideatore, fondatore e Presidente dell’Associazione Internazionale Upm “Un Punto Macrobiotico”) al fine di incrementare il verde pubblico per la tutela della salute della popolazione.

La proposta è stata accolta dal Parroco, ed è stata realizzata grazie all’impegno del Comune di Macerata e del Vivaio Regionale di Pollenza, che ne hanno determinato la buona riuscita.
La piantumazione è stata realizzata al fine di lasciare ai ragazzi che riceveranno la cresima un segno tangibile di armonia con la natura, con l’auspicio che tale sacramento dia la forza ai ragazzi di crescere nella fede, nella speranza e nella carità. In tal modo essi seguiranno il proprio albero, nel tempo, con una rispondenza di crescita nell’armonia del Creato a cui Papa Francesco fa sempre più spesso riferimento.

Al preliminare sopralluogo e alla piantumazione hanno preso parte l’Architetto Giovanni Romagnoli, l’agronomo Mario Buongarzone, con la loro squadra, il dottor Corrado Vanella e i membri dell’associazione (“Un Punto Macrobiotico”) Marco Pianesi e Paola Gioia. A tutti i promotori e partecipanti è andato il sentito ringraziamento di don Andres, che si è sempre mostrato sensibile al verde, con una particolare predilezione per gli alberi, anche perché – come ha raccontato – gli  ricorda di quando da ragazzino viveva felicemente immerso nel verde della natura, circondato da alberi. A questo punto l’appuntamento è per la cerimonia in chiesa di domenica 1° ottobre dove la comunità Parrocchiale potrà anche ammirare l’opera dei cresimandi.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments