Si aprirà domani a Pavia il primo confronto sul pensiero di Lutero e di Sant’Agostino a 500 anni dalla riforma protestane. Seguiranno altri appuntamenti l’8 e il 21 novembre sulla stessa tematica. «Lutero e il luteranesimo rappresentano una componente storica dell’agostinismo» spiega Walter Minnella, uno degli organizzatori del ciclo di conferenze, «Siamo stati mossi ad approfondire la questione da alcune importanti e recenti novità, alludo al viaggio di Francesco in Svezia e la dichiarazione congiunta di Augusta del 1999. Il senso profondo di questa iniziativa è il rilancio di un ecumenismo che consideri la pluralità delle varianti del cristianesimo come un’offerta e un dono».
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments