Macerata. Consiglio comunale: approvata la mozione per il «Fattore Famiglia»

La seduta si è svolta mercoledì 11 ottobre

Nella seduta del Consiglio comunale di mercoledì 11 ottobre sono stati affrontati tre argomenti di centrale importanza. Il primo, quello riguardante la riqualificazione del Borgo San Giuliano e presentato dalla consigliera Debora Pantana (FI) per «valorizzare uno dei quartieri storici più caratteristici della città e per includerlo in un percorso finalizzato alla conservazione delle nostre tradizioni».

Approvata anche la mozione per l’introduzione di “Fattore Famiglia“, strumento che servirà a distribuire risorse e servizi in maniera più equa rispetto al passato. Il consigliere Andrea Marchiori (FI), primo firmatario di questa, ha dichiarato che «Il Fattore Famiglia tiene conto di una serie di fattori per la determinazione del reddito, che consentono il superamento di alcune lacune che l’Isee presenta». L’assessore Marco Caldarelli si è espresso favorevole nell’avviare «una fase di studio applicando il “fattore famiglia” in tutte quelle situazioni nelle quali non è obbligatorio l’Isee»

La terza mozione, presentata dal consigliere Bruno Mandrelli (Pd), ha visto protagonista il tema riqualificazione e sicurezza dell’area della stazione ferroviaria. In particolare, è stata richiesta un’azione di maggior controllo con l’ausilio della video sorveglianza. Anche in questo caso il documento è stato approvato all’unanimità dal Consiglio comunale. Questo si inserisce all’interno di un piano di sicurezza e maggior controllo del territorio che prevede l’installazione di 50 nuove telecamere e l’attivazione di quelle esistenti. Sia la maggioranza che l’opposizione si sono trovate d’accordo sulla necessità di garantire un maggiore controllo di alcune situazioni della città definite critiche.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments