Un evento on the road per diffondere la cultura del primo soccorso stradale e del volontariato in ambulanza. Venerdì 20 e sabato 21 ottobre farà tappa, in piazza Del Popolo, la “Mille e 118 Miglia del Soccorso”, la prima edizione di una manifestazione itinerante che vedrà protagonisti personale e mezzi sanitari attraverso i quali sarà attraversata l’Italia intera per sensibilizzare i cittadini su un tema molto importante.

Il progetto, ideato dall’imprenditore e medico bolognese Cristian Manuel Perez, è promosso dall’associazione “La Sorgente” onlus in partnership con Anas SpA e con il sostegno e la collaborazione di C.M.P. Global Medical Division, azienda di service nel settore sanitario.

L’appuntamento, patrocinato dal Comune di San Severino Marche, si aprirà venerdì 20, alle ore 17, con l’arrivo di una carovana di mezzi composta da ambulanze, automediche e motolettighe. Seguirà una dimostrazione di primo soccorso aperta al pubblico. Sabato 21, alle ore 12, è invece prevista una dimostrazione per le scuole volta a far acquisire agli studenti una maggiore familiarità con alcune situazioni particolari: come prestare soccorso a una persona con ostruzione totale delle vie aeree o in arresto cardio circolatorio, come attivare i soccorsi avanzati o come aiutare una persona in maniera corretta in attesa dell’arrivo del “118”.

La “Mille e 118Miglia del Soccorso” – spiegano i promotori dell’iniziativa – nasce per promuovere anche la cultura del primo soccorso. Troppe volte di fronte ad incidenti più o meno gravi non sappiamo come comportarci. La formazione per il primo soccorso dovrebbe essere universale, ognuno può imparare il primo soccorso ed ognuno dovrebbe essere in grado di metterlo in pratica. E soprattutto: chiunque può trovarsi in una situazione che richieda conoscenze di primo soccorso, non solo con estranei, ma innanzitutto con le persone con cui passiamo più tempo come familiari, amici, colleghi, compagni di classe e di gioco. La nostra volontà è che la popolazione, a partire dai bambini e dai ragazzi, impari che di fronte a qualcuno che ha bisogno di aiuto occorre intervenire ed intervenire bene”.
Durante la due giorni settempedana i bambini delle scuole elementari saranno chiamati ad intraprendere un nuovo gioco educativo chiamato “L’ABC del primo soccorso” che sarà introdotto da una parte di simulazione nella quale gli istruttori simuleranno un’emergenza sanitaria e dimostreranno gli atteggiamenti più adatti da mettere in pratica. In seguito attraverso tavole grafiche esplicative i bambini saranno chiamati a riprodurre in ordine, posizionando le figure nella giusta sequenza, le varie fasi del primo soccorso.

I ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori, invece, saranno coinvolti in una simulazione completa di un arresto cardiocircolatorio e di un’ostruzione totale delle vie aeree. Nella lezione teorico pratica gli istruttori illustreranno e dimostreranno con una simulazione con manichino tutte fasi del soccorso in caso di malore, compreso l’eventuale uso di un defibrillatore semi-automatico, ed in caso di soffocamento da corpo estraneo, sia nell’adulto che nel bambino.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments