La casa editrice Rrose Sélavy di Tolentino, ha vinto il premio nazionale LibrinFestival come miglior editore. Un prestigioso riconoscimento alla kermesse e maratona letteraria che premia i mestieri del libro che si è svolta a Monterotondo sabato scorso. Cinque le categorie in concorso: miglior libro, miglior autore, miglior editore, miglior grafica/cover, miglior redazione/titolo.

La motivazione della giuria popolare: «Per l’interessante e coraggioso progetto che vede proporre libri per ragazzi di qualità avvalendosi di collaborazioni esterne di valore che vedono affiancarsi illustratori maestri nel campo ad altrettanti autori di spicco del panorama letterario non strettamente legato alla narrativa per ragazzi».

Il libro per ragazzi, «Maffin», scritto da Massimo De Nardo, è stato il titolo che ha rappresentato la casa editrice, ottenendo il premi anche per «la cura editoriale, la delicatezza del tema trattato, la copertina e la grafica del libro fanno di “Maffin” un piccolo gioiello, molto gradito anche da una giuria di soli adulti».

La storia è molto originale. Maffin, un quattordicenne mingherlino, per una catena di strane circostanze si ritrova a fare da solo qualcosa che nessuno alla sua età normalmente farebbe. Gli è stato affidato un compito difficile e pericoloso: consegnare un orologio speciale, che non deve mai andare né avanti né indietro, altrimenti il tempo si scombussola, un ricordo diventa un fatto che stai vivendo e forse quello che stai vivendo lo vedi come fosse ciò che dovrà accadere. In questa sua avventura sarà aiutato da Angelo Vlad (camionista, ribelle), da tre aquile reali e da un cane (un border collie).

Il libro inaugura una nuova collana della casa casa editrice ‘Rrose Sélavy’: il Quaderno Ready Made. L’autore De Nardo così ha spiegato l’iniziativa: «I Quaderni Ready Made saranno romanzi brevi, o racconti lunghi, non illustrati. Almeno a partire da 80 pagine. Maffin è di 160. Libri per ragazzi e ragazze dai nove anni in su, anche se il piacere della lettura non mette limiti alle età.

Il titolo della collana è ancora un omaggio a Marcel Duchamp. Non poteva essere diversamente per chi, come noi, ha scelto di chiamarsi Rrose Sélavy. I Ready Made, sappiamo, sono oggetti “belli e pronti” che Duchamp ha trasformato in qualcos’altro… Questa collana ha pure un suo marchio. Un’idea, per noi bellissima, del nostro grafico editoriale Paolo Rinaldi. Tu guardi Duchamp che guarda la sua ruota di bicicletta infilata in uno sgabello, e finisce qua. Paolo vede quello che vedi tu, ma a lui si apre un altro occhio, e allora nella ruota vede una Q, nella forcella una r in minuscolo e nello sgabello una M. Che sarebbero le iniziali di Quaderno Ready Made».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments