«Luoghi e colori della nostra terra»: ritorno alle origini per Chely Prado

A San Severino il Centro studi Marche presenta al pubblico italiano la pittrice argentina, con una mostra che sabato 11 novembre verrà inaugurata nella Chiesa della Misericordia.

Il Centro studi Marche (Ce.S.Ma) presenta al pubblico italiano la pittrice argentina Chely Prado con una mostra che sabato 11 novembre, alle ore 17, viene inaugurata nella Chiesa della Misericordia di San Severino Marche, in Piazza del Popolo, dopo essere stata esposta a Roma nella sede del CeSMA stesso, in via dei Coronari, alla fine di ottobre.

Si tratta di un’artista di origini marchigiane: la sua mamma, infatti, è Carmen Ciambotti, una dei nove figli di Gennaro Ciambotti, nato proprio a San Severino Marche nel 1887 ed emigrato a Buenos Aires nel 1908, all’età quindi di soli 21 anni. Con profonda commozione, pertanto, Chely espone le proprie opere nella città di San Severino Marche ricordando le origini della sua famiglia.

La notevole vena pittorica dell’artista si esprime soprattutto attraverso vedute o squarci di paesaggi e città italiane (compresa la stessa San Severino), con una tecnica che rasenta la perfezione dell’immagine fotografica.

La mostra sarà visitabile fino al 19 novembre, con apertura giornaliera dalle ore 16.30 alle ore 19.30.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments