Treia. Educazione stradale: il progetto didattico ha fatto tappa alla scuola di Chiesanuova

Per la realizzazione hanno contribuito i ragazzi del Servizio Civile “Non3mo”, volontari presso il Comune di Treia

Lunedì 13 e mercoledì 15 novembre, presso la scuola primaria don Luigi Sturzo di Chiesanuova, si è svolto il gioco didattico “Educational Square”, coinvolgendo le rispettive classi. Il gioco “Educational Square, Costruisci, Gioca, Impara” ideato dall’assessore Edi Castellani, se inizialmente è stato dedicato ai diversi temi culturali, in queste due giornate ha rivolto l’attenzione all’educazione stradale, un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale per educare i piccoli al senso civico e informarli sui pericoli e sulle insidie stradali aiutandoli ad affrontare le difficoltà. Per la realizzazione hanno contribuito i ragazzi del Servizio Civile “Non3mo”, volontari presso il Comune di Treia. Dopo una prima “lezione” tenuta dalla vigilessa Manuela Nicolini, i bambini della primaria di Chiesanuova si sono spostati nella palestra per mettere in pratica, giocando, le semplici e brevi nozioni e regole del codice della strada.

Una sorta di gioco dell’oca con delle caselle grafiche riproduttive della segnaletica stradale. Si è utilizzato il linguaggio del gioco per parlare con i bambini e cercare, tra le domande, i sorrisi e lo stupore, di cogliere la loro attenzione sul tema delicato della sicurezza stradale e del rispetto delle regole del vivere civile. Un momento ludico per apprendere con leggerezza, tra la spensieratezza che caratterizza i bambini, il codice della strada, cercando di colpire la loro curiosità, giocando insieme al “Vigile Amico”. Non è mancato il saluto del vicesindaco, nonché assessore alla cultura Edi Castellani, della comandante della Polizia Locale Barbara Foglia e del vice comandante Mauro Clementoni. Un particolare ringraziamento va alle maestre per la loro disponibilità e partecipazione.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments