Una mamma, disperata fa arrestare suo figlio di 24 anni in balia della droga per salvargli la vita. E se per salvare il figlio latitante la cosa migliore era farlo arrestare, ebbene: lo ha fatto arrestare.

Scrive «Odiami, odiami se vuoi figlio mio, ma ho voluto salvarti». Un gesto “necessario e inevitabile” che questa donna di 47 anni ha voluto spiegare in una lettera a Coratotive.it, sito di informazioni locali, cittadina a pochi chilometri da Bari dove vive. Lei si chiama Daniela e lavora come vigilante. E di sè non vuol far sapere altro.

«Carissimo figlio mio – scrive la mamma nella lettera – l’altra mattina ho fatto qualcosa che una madre non vorrebbe e non dovrebbe mai fare: ho tradito la cieca fiducia che riponevi in me consegnandoti nelle mani di qualcuno che di te non sa nulla; se non il tuo nome e le tue “bravate”». Le chiama “bravate” ma non proprio di “bravate” si tratta.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments