Con ordinanza sindacale (la n. 276 del 21 novembre 2017) è stata revocata l’ordinanza n. 63 del 31 ottobre 2016 con cui si disponeva la chiusura della Chiesa Cattedrale di Fermo, delle pertinenze e degli spazi pubblici confinanti a seguito agli eventi sismici.

Dopo gli interventi di messa in sicurezza e di riparazione da parte della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, dunque viene ripristinato l’accesso alla Chiesa Cattedrale (rimangono interdetti gli altari laterali e la zona absidale dietro all’altare) che si prepara così ad accogliere il prossimo 2 dicembre l’ingresso ufficiale del nuovo Arcivescovo Metropolita Mons. Rocco Pennacchio.

«Finalmente la firma di un’ordinanza bella, di cui sono particolarmente contento. Un segno molto importante la riapertura della Chiesa Cattedrale che è il cuore, la vedetta di Fermo e che torna così ad essere nuovamente fruibile, nella disponibilità della città e del territorio e sito turistico sempre molto visitato – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro – e che ora è così pronta per l’importante arrivo del nuovo Arcivescovo».

«Un segno di speranza e di fiducia per tutti – ha detto il rettore della Cattedrale Mons. Mario Lusek – ed un segno di speranza anche nell’ottica della ricostruzione dopo quanto accaduto anche per altri luoghi ed altre strutture. Il ritorno alla sicurezza è stato l’obiettivo raggiunto, ora si deve continuare a lavorare sempre per il maggiore splendore della Cattedrale, emblema della speranza nella ripartenza come sempre testimoniato dall’Arcivescovo Conti e come saprà fare anche il nuovo Arcivescovo Pennacchio».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments