Mercoledì 29 novembre 2017 alle ore 21,15 nella chiesa Sacro Cuore di Macerata, in occasione dell’inizio della novena all’Immacolata Concezione, verrà offerto il concerto “Santa Maria strela do dia” con l’esecuzione moderna delle Cantigas de Santa Maria (sec. XIII).

Protagonista del concerto la Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata diretta da Carlo Paniccià, accompagnata dagli strumenti dell’Ensemble ModernAntiqua composto da Marta Senesi al flauto, Carlo Piergallini alla viola, Andrea Gramaccini alla chitarra e Marco Romanelli alle percussioni.

Le “Cantigas de Santa Maria” sono canzoni monofoniche spagnole del XIII secolo con testi laudativi rivolti alla Vergine Maria che raccontano anche dei miracoli ottenuti per sua intercessione. Le 427 composizioni vennero raccolte per il re Alfonso X el sabio (il saggio), re di Castiglia e di Leòn (1221-1284), un amante della poesia e della musica, e sono pervenuti a noi in quattro preziosi manoscritti custoditi a Madrid e Firenze; in essi è possibile ammirare miniature e raffigurazioni pittoriche di strumenti e musici. Le cantigas sono vere e proprie poesie, ove i testi utilizzano immagini preziose per la Vergine: “stella”, “cammino”, “luce”, “rosa”… Furono tutte scritte in gallego, perché considerata una lingua più dolce e musicale.

Attraverso il canto monodico si narrano le vicende di numerosi personaggi miracolati dalla Vergine Maria. Queste “cantigas de miragres” (dei miracoli), intervallate ogni dieci da una “cantiga de loor” (di lode), sono raccolte da tutta la tradizione mariana dell’Europa occidentale, e mostrano particolare attenzione agli ambienti sociali più poveri ed emarginati così come a brani di storia sacra.

Il titolo del concerto, “Santa Maria strela do dia” (tradotto dal gallego “Santa Maria, stella del giorno”), è tratto dalla cantiga di lode n.100.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments