Visso. Anteprima nazionale per «Sassi» del regista Alessandro Galassi

Il filmaker propone questo filmato in anteprima nazionale domenica 26 novembre alle 17 presso la sala comunale a Visso

Un pezzo di terra dimenticata dal mondo dei media e della politica. L’entroterra maceratese, colpito dal sisma dell’anno scorso, viene illuminato dal documentario “Sassi” del regista maceratese Alessandro Galassi che con questo gesto ha voluto scuotere il silenzio di chi non vuol e non può parlare. Il filmaker propone questo filmato in anteprima nazionale domenica 26 novembre alle 17 presso la sala comunale a Visso. Verranno mostrate impietosamente le ferite delle aree da diverse prospettive: quelle da parte degli abitanti dei paesi, dagli occhi dei turisti stranieri venuti in queste zone e infine dalla parte dei professionisti che con mano chirurgica hanno l’autorevolezza per valutare le soluzioni dei problemi.

Tutti però sono accomunati da un unico comun denominatore: la resilienza senza la quale è impossibile tornare alla serenità. Galassi, che lavora stabilmente per Rai Tre Cultura e gira il mondo per raccontare le dimensioni dell’umanità, ha confidato di essere stato particolarmente coinvolto nella missione, aggiungendo: «Sentire il nostro dialetto, vedere la propria terra in queste condizioni mi ha amareggiato, anche se professionalmente il lavoro è stato agevole». Il documentario, dopo l’anteprima di domenica a Visso, verrà proiettato a Roma e Milano e tramite i canali di distribuzione sarà proposto in alcuni festival internazionali. Alessandro Galassi, maceratese doc non ha mai dimenticato le sue origini a cui è profondamente legato, e il documentario è il segno di amore più vistoso nei confronti della regione. Galassi da anni propone tematiche sociali importanti e delicate.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments