L’Ente Universitario ha allestito la nuova squadra di pallavolo femminile iscrivendola al campionato organizzato dal Csi. Una bella notizia per il movimento e per la popolazione studentesca del capoluogo, perché il Cus in questi anni aveva sì mantenuto l’affiliazione alla Fipav e ospitato partite o tornei nella sua palestra, ma non aveva una squadra ufficiale dal 2011.

Il compito di assemblare e guidare il gruppo è stato affidato a Federico Domizioli, già secondo allenatore della Medea in serie B, in più coach della D e coordinatore del settore giovanile sempre di Pallavolo Macerata.

La nuova squadra cussina ha iniziato ad allenarsi nella palestra del Liceo Scientifico “Galilei”, le partite del Csi cominceranno invece col nuovo anno e verranno disputate nella palestra della F.lli Cervi. Quest’ultimo impianto, funzionale ed efficiente, è stato messo a disposizione da Pallavolo Macerata a conferma del legame e della fattiva collaborazione nati da poco tra la società, il Cus e Unimc.

L’aspetto “universitario” è davvero significativo in questa novità perché la squadra è stata creata di fatto per volontà delle studentesse che frequentano l’Ateneo maceratese. Al Cus è stato chiesto insistentemente di attivarsi formando una compagine e l’Ente ha provveduto a soddisfare questo desiderio.

Il presidente Antonio de Introna sottolinea appunto gli aspetti sociali e aggregativi dello sport nonché dello stesso Cus Macerata: «Ci ha fatto molto piacere che tante studentesse abbiano chiesto di poter avere spazi e modo per praticare lo sport che amano. L’attività sportiva e il Cus sono da sempre mezzi attraverso i quali socializzare, crescere e ambientarsi bene a Macerata, io stesso venni qui che non conoscevo nessuno e mi avvicinai al Cus». La pallavolo poi è storia: «Certamente, siamo stati i primi a proporla in città, nonché come affiliazione a livello regionale. La stessa Lube (il Cus e l’Università sono tra gli sponsor in questa stagione) è nata qui in pratica. Il legame affettivo col volley non era mani venuto meno pur non facendo più campionati federali dalla serie A degli anni novanta. Ora ripartiamo dal Csi ma l’obiettivo per il prossimo anno è di partecipare alla Seconda Divisione».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments