Serie. «La fantastica signora Maisel», stand-up comedy americana degli anni ‘60

Autore e regista della serie è Amy Sherman-Palladino insieme al marito Daniel, compagno anche nella vita “seriale”, la stessa Sherman-Palladino che ci ha fatto ridere con Lorelai e Rory di “Una mamma per amica”

Autore e regista della serie è Amy Sherman-Palladino insieme al marito Daniel, compagno anche nella vita “seriale”, la stessa Sherman-Palladino che ci ha fatto ridere con Lorelai e Rory di “Una mamma per amica”. La loro firma è più che riconoscibile, dialoghi brillanti e spigliati, ritmo serrato quasi senza prendere fiato. “La fantastica signora Maisel”, questo il titolo in italiano, è interpretata da Rachel Brosnahan, già vista nelle prime due stagioni di “House of cards” e in “Crisis in Six Scenes” di Woody Allen e da pochi giorni è stata nominata come Migliore Attrice Protagonista ai prossimi Golden Globes.

La serie è ambientata a New York nel 1958 e Miriam Maisel, chiamata da tutti Midge, è una giovane donna figlia di una famiglia ebraica che vive nell’Upper East Side. È il perfetto esempio di casalinga, moglie e madre, con una casa, un marito e due figli perfetti: misura minuziosamente il suo corpo con un metro per mantenere la sua linea, dopo che il marito si è addormentato sgattaiola in bagno per struccarsi, mette i bigodini e uno strato di crema che toglierà prima che suoni la sveglia per essere sempre bella e in ordine agli occhi del marito Joel.

Joel Maisel ha un buon lavoro ma il suo sogno è quello di diventare un comico, infatti insieme alla sua devota moglie trascorre le serate al Gaslight Café dove, mentre Joel si esibisce, Midge prende appunti sul numero delle risate del pubblico. Una sera però Joel fa fiasco e decide, così su due piedi, di lasciare la perfetta Midge. Quando la bolla rosa scoppia, quel mondo che sembrava perfetto improvvisamente non esiste più ma quella stessa sera Midge scopre il suo talento da comica nel momento in cui, involontariamente, sale sul palco del Gaslight e fa uno splendido monologo raccontando la sua storia.

“The Marvelous Mrs. Maisel” attraverso le fedelissime ricostruzioni dei locali del Greenwich Village, gli arredi degli appartamenti nell’Upper East Side, i grandi magazzini B. Altman e i costumi dai colori vividi racconta la stand-up comedy americana degli anni ‘60 e tanto altro.

Le puntate, in lingua originale, sono uscite il 29 novembre su Amazon Studio e a gennaio, sempre sulla stessa piattaforma, saranno disponibili in italiano.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments