San Giovanni Bosco. A Porto Recanati l’«Educazione è cosa di cuore»

Si tratta di un ciclo di quattro incontri promosso dai Salesiani Cooperatori del centro locale «Giuseppe Panetti» in collaborazione con l’Oratorio Don Bosco e l’Amministrazione comunale

Quest’anno a Porto Recanati il ricordo di San Giovanni Bosco e della sua opera sarà declinato in un ciclo di quattro incontri dal titolo «Educazione è cosa di cuore» – da una citazione dello stesso padre e maestro dei giovani – promosso dai Salesiani Cooperatori del centro locale «Giuseppe Panetti» in collaborazione con l’Oratorio Don Bosco e l’Amministrazione comunale. Gli appuntamenti, che si svolgeranno tutti alla Biblioteca comunale nell’ex scuola Diaz dalle ore 17.30, sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Volpini da Pierpaolo Fabbracci, assessore ai Servizi Sociali, Italo Canaletti, alla guida dei Salesiani cooperatori, e dal Consigliere delegato alle Politiche giovanili Emiliano Giorgetti.

Esordio sabato 20 gennaio con il noto giornalista Rai e salesiano cooperatore Vincenzo Varagona, che dal suo punto di vista privilegiato parlerà di educazione attraverso i social media. Il 27 gennaio arriverà a Porto Recanati Andrea Zapparoli: animatore all’Oratorio di Valdocco negli anni giovanili, oggi, oltre ad essere il coordinatore del Centro Salesiani Cooperatori della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium” di Roma, è tra i promotori del movimento “Onesti cittadini – In missione per l’Italia”. Zapparoli tratterà un altro aspetto fondamentale del percorso educativo, quello volto a stimolare il sano e propositivo attivismo nella società e nelle comunità per realizzare il bene comune.
Sabato 3 febbraio si parlerà del ruolo degli adulti e delle figure significative con il sacerdote salesiano don Giovanni D’Andrea. Presidente della Federazione “Salesiani per il sociale”, D’Andrea ha operato per anni nel difficile quartiere Ballarò di Palermo a fianco di immigrati, ragazzi e giovani, realizzando percorsi di educazione alla legalità, dialogo interreligioso e inclusione sociale.

“Il cuore”, e il saper comunicare attraverso di esso, sarà al centro dell’incontro conclusivo del 10 febbraio con la psicologa e psicoterapeuta anconetana Stefania Ferini, che oltre ad essere salesiana cooperatrice è formatrice sulla comunicazione educativa ed efficace e docente di Psicologia della comunicazione all’Istituto superiore di Scienze Religiose.
«Di educazione si parla a scuola, in famiglia, nei luoghi di lavoro, nel gioco tra i ragazzi, nella vita quotidiana, nei social che sono al centro del primo incontro – ha sottolineato Fabbracci -, per questo pensiamo che queste quattro conferenze siano molto importanti, perché abbiamo a cuore l’educazione dei giovani ma anche quella degli educatori, che sono chiamati ad essere in formazione permanente per essere pronti ad affrontare le sfide quotidiane in un mondo in continuo cambiamento».

«Quest’iniziativa – ha aggiunto il consigliere Giorgetti – si inserisce pienamente nel cammino progettuale che abbiamo intrapreso per i giovani e che ha tra i cardini l’ascolto. A questo proposito, nei giorni scorsi è stato riattivato il tavolo per le Politiche giovanili perché abbiamo bisogno di lavorare e comunicare con i ragazzi. C’è bisogno di qualità – ha continuato il Consigliere -, di interventi curati da esperti che possano farci capire quali sono le vie giuste per poter accompagnarli nella crescita».

«Come salesiani cooperatori abbiamo fortemente voluto offrire a tutta la cittadinanza queste quattro occasioni per riflettere e interrogarci sull’educazione – ha affermato Canaletti -; se ne parla tanto ma dobbiamo anche dedicarci all’azione che è nella parola stessa, in un contesto sociale in cui c’è un’esigenza e allo stesso tempo un’emergenza. C’è stata una bella risposta da parte del corpo docente dell’Istituto Comprensivo “E. Medi” – ha concluso -, e siamo sicuri che “Educazione è cosa di cuore” sarà un laboratorio di nuove idee per altri progetti comuni con i quali affrontare il disagio giovanile che interessa Porto Recanati».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments