Venerdì 19 gennaio alle ore 21 avrà luogo la Celebrazione ecumenica della Parola che tradizionalmente la diocesi di Macerata inserisce all’interno della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani.

Tale settimana rappresenta un’iniziativa ecumenica di preghiera nel quale tutte le confessioni cristiane pregano insieme per il raggiungimento della piena unità e si celebra ogni anno dal 18 al 25 gennaio. Le date non sono casuali, la settimana infatti è compresa tra la festa della cattedra di san Pietro e quella della conversione di san Paolo assumendone un significato simbolico.

Le realtà cristiane non cattoliche nel nostro territorio sono diverse: battisti, anglicani, metodisti, avventisti, ortodossi (e non solo) ogni anno aderiscono volentieri a questa celebrazione condivisa della Parola; segno di una  collaborazione e amicizia che le accompagna non solo in questi giorni particolari ma anche le altre settimane dall’anno.

Questo sarà il secondo anno che la Cattedrale di Macerata, causa inagibilità, non potrà ospitare la veglia. Nel 2017, infatti, la celebrazione fu organizzata dalla chiesa Evangelica Battista di Tolentino mentre quest’anno ad ospitare la celebrazione sarà la parrocchia del preziosissimo Sangue di Porto Recanati. Il titolo della veglia è «Potente è la tua mano, Signore» (Es 15,6) e prenderà spunto dal sussidio promosso tradizionalmente dalla Società biblica in Italia, appositamente redatto da un gruppo internazionale ecumenico composto da rappresentanti del Consiglio Ecumenico delle Chiese e del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments