Volley. Medea Montalbano chiude l’andata con Integra Conad Tantucci Foligno.

La formazione umbra occupa il decimo posto in classifica e si è data un margine di 3 punti dalla zona play-out battendo la Clt Terni nell’ultimo turno

Giro di boa del girone E della Serie B di Volley per la Medea Macerata. La formazione allenata da Adrian Pablo Pasquali affronta nell’ultima giornata del girone di andata la Integra Conad Tantucci Foligno. La formazione umbra occupa il decimo posto in classifica e si è data un margine di 3 punti dalla zona play-out battendo la Clt Terni nell’ultimo turno. Si scende in campo alla Marpel Arena, il fortino dove la Medea si è sempre disimpegnata con onore. Si arriva sull’onda delle buone indicazioni della gara con Osimo, che ha dato oltre che 3 punti in classifica anche segnali positivi sullo stato di salute della formazione maceratese. «Noi stiamo bene – ha dichiarato il ds Riccardo Modica -, la squadra è tonica, stiamo facendo un ottimo girone di andata e ci teniamo a chiudere in bellezza facendo 3 punti davanti al nostro pubblico».

Per farlo però bisognerà piegare la resistenza della formazione allenata da coach Antonio Scappaticcio, che ha mantenuto l’impianto giovane dell’organico ma che al contempo si è rinforzata in alcuni reparti con arrivi come l’opposto Filippo Fuganti Pedoni e il centrale Lorenzo Merli, provenienti entrambi dalla Ledlink Perugia e quindi già conosciuti dalla Medea che li ha già affrontati l’anno scorso come avversari. Partita che però andrà preparata accuratamente anche da un punto di vista psicologico, visto che la Medea ha l’onore e l’onere di partire da favorita, visto il percorso fatto finora.«Foligno è in una situazione di classifica medio-bassa, quindi i punti servono anche a loro – spiega Modica – Queste sono le partite che ci preoccupano un po’ di più, perché ovviamente loro non hanno pressioni. Se non siamo bravi ad imporci dall’inizio, la partita si può complicare».

Tra i vari significati della sfida c’è anche il testa a testa con Portomaggiore. Per la Medea si tratta infatti dell’ultima chance per contendere il primo posto e con esso l’ammissione in Coppa Italia. Guai però a farsi distrarre da questo fattore, visto che molto dipende dal risultato di Portomaggiore. «Noi dobbiamo pensare a noi, cercare di vincere con lo scarto maggiore possibile, poi tireremo le somme – il commento di Modica – Se Portomaggiore farà altrettanto parteciperanno loro alla Coppa Italia ma le somme si tirano alla fine. Dobbiamo ragionare set per set, punto per punto. Se parteciperemo alla Coppa Italia saremo più contenti, altrimenti saremo contenti lo stesso perché il nostro obiettivo principale rimangono i play-off promozione».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments