Miniserie. Piccole donne, una storia che si rinnova per la Bbc

I tre episodi di “Little Women – Piccole donne” sono andati in onda in Inghilterra su Bbc1 il 26, 27 e 28 dicembre, grazie alla co-produzione tra il network americano Pbs Masterpiece e Bbc One

Un classico della letteratura americana è diventato finalmente una miniserie. I tre episodi di “Little Women – Piccole donne” sono andati in onda in Inghilterra su Bbc1 il 26, 27 e 28 dicembre, grazie alla co-produzione tra il network americano Pbs Masterpiece e Bbc One. La storia non cambia, ci troviamo sempre nella seconda metà dell’Ottocento nel New England e in un’accogliente casa in mezzo alla campagna vivono quattro sorelle, Meg, Jo, Beth ed Amy insieme alla loro madre la signora March e la domestica Hanna. Mentre attendono il ritorno del padre cappellano, che è al fronte per la Guerra di Secessione, viene raccontata la loro quotidianità fatta di spensieratezza ma anche di piccoli e grandi drammi, di lavori domestici e feste da ballo e con il susseguirsi delle stagioni la crescita da bambine a giovani mogli e madri.

Nella miniserie, per la regia di Vanessa Caswill, c’è un grande ritorno per gli amanti di Jessica Fletcher, infatti è proprio Angela Lansbury a ricoprire il ruolo dell’arcigna zia March.
C’è anche Michael Gambon, il nonno del dolce Laurie e Emily Watson la mamma delle “piccole donne”. Le giovani signorine March, invece, sono attrici per metà già conosciute: Meg è Willa Fitzgerald la Emma Duval in “Scream”, Jo è Maya Hawke, Amy è interpretata da Kathryn Newton, recentemente nei panni di Abigail in “Big Little Lies” e Beth è Annes Elwy.

Dopo le trasposizioni cinematografiche dei libri di Louisa May Alcott, la più recente del 1994 che vede Winona Ryder. Kristen Dunst e Susan Sarandon rispettivamente nel ruolo di Jo, Amy da piccola e la signora March, è Heidi Thomas, che sempre per la Bbc aveva creato “Call the midwife”, ad occuparsi dell’adattamento dei tre episodi di questo nuovo period drama che unisce i due romanzi della Alcott: “Piccole donne” e “Piccole donne crescono”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments