Ieri si è conclusa la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, che quest’anno aveva come titolo “Potente è la tua mano Signore” (Es 15, 6), e il Pontificio Seminario Regionale “Pio XI” ha ospitato due serate nelle quali si sono incontrate diverse confessioni cristiane.

Il 18 gennaio ha avuto luogo la prima delle due serate, dal tema “Giovani ed ecumenismo”. La condivisione è cominciata dalla cena insieme, per poi spostarsi nell’Aula Magna dove, dopo la presentazione delle varie confessioni cristiane presenti, un pastore ortodosso ha condiviso la sua esperienza di vita partendo dal brano del giudizio universale in Matteo 25.

Oltre alla Chiesa Greco-Ortodossa, era presente la Chiesa Battista delle Marche e la Chiesa Avventista del Settimo Giorno. Per quanto riguarda la Chiesa Cattolica, oltre a noi seminaristi, erano presenti un gruppo di scout dell’AGESCI, e una rappresentanza del Movimento dei Focolari di Pesaro.

Finita la meditazione del pastore ortodosso ci si è divisi in gruppi, con tutti i ragazzi delle diverse confessioni mescolati tra loro, per dare vita ad una condivisione su ciò che della Parola di Dio ci aveva colpito di più. L’ultimo momento, molto coinvolgente, è stato quando ci si è ritrovati tutti di nuovo insieme nell’aula magna dove, uno dopo l’altro, i gruppi delle varie confessioni, si sono esibiti in alcuni canti di lode e di ringraziamento.

Nella serata di mercoledì 24 gennaio invece, il professor Anders Bergquist, teologo, archeologo e parroco anglicano, è venuto, accompagnato dalla moglie Jules Cave, a parlare del tema “La riforma protestante e la chiesa anglicana”. Il pastore della Chiesa che ha origine in Inghilterra, ha fatto un excursus storico partendo dai primi passi della “Church of England” fino ad oggi. Il passaggio senza dubbio più interessante della sua relazione è stato quello quello dove affermava che nel formarsi della chiesa anglicana, hanno avuto più influenza altri riformatori del nostro continente rispetto a Martin Lutero.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments