Una visita in città per conoscere il paese natale del partigiano Oreste Mosca poi, l’incontro istituzionale in Comune. Ieri, domenica 28 gennaio, una delegazione di Gualdo Tadino ha visitato la città di Montecassiano all’indomani del Giorno della Memoria. Una visita che è il simbolo del legame di sentimenti e di ideali che uniscono due comunità: Montecassiano che nel 1924 ha dato i natali al partigiano (nacque nella frazione di Sambucheto) e Gualdo Tadino, in provincia di Perugia, dove nel 1944 Mosca venne ucciso a soli 20 anni.

«Abbiamo ricevuto – ha commentato il primo cittadino Leonardo Catena – la gradita visita del sindaco di Gualdo Tadino e di diversi componenti della sua giunta e dell’amministrazione comunale. Ringrazio l’Anpi Montecassiano per aver organizzato insieme all’amministrazione questa giornata così come le altre iniziative legate al Giorno della memoria. Ci emoziona pensare che gli ottimi rapporti che stiamo allacciando con Gualdo Tadino li dobbiamo ad Oreste Mosca e ai tanti partigiani che persero la vita nella lotta di resistenza. Ringrazio anche i familiari di Oreste per la loro presenza e vicinanza».

Lo scorso 22 aprile, infatti, in occasione delle celebrazioni della Resistenza, era stato il sindaco Catena, insieme ad altri rappresentanti della giunta e dell’amministrazione, a raggiungere la città umbra dove vennero trucidati numerosi partigiani.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments