Sisma. 175 milioni per la riparazione e il restauro delle chiese marchigiane

Approvato il secondo piano dei beni culturali che prevede 391 interventi

Il via libera ai finanziamenti ieri nella cabina di regia presieduta dalla Commissaria straordinaria per la ricostruzione, Paola De Micheli, alla quale ha partecipato il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli insieme ai rappresentanti delle altre Regioni del centro Italia coinvolte dagli eventi sismici. Presente anche il Capo dipartimento della protezione civile nazionale Borrelli.

Ben 238 le chiese di Macerata inserite nel piano con un finanziamento da 117milioni e 500mila euro, 98 ad Ascoli Piceno con 33 milioni e 330mila di contributi, 42 a Fermo con 18milioni 520mila euro, 13 interventi ad Ancona con 5 milioni e 650 mila euro. Una misura molto importante per la Regione Marche che conserva e valorizza il patrimonio culturale presente nei propri territori. Le chiese sono non solo punti di riferimento identitari e di integrazione ma anche mete turistiche per chi sceglie di scoprire i tesori d’arte marchigiani.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments