Film. «I, Tonya»: la storia della pattinatrice Usa del Triplo Axel

Nelle sale italiane dal 22 febbraio

Quasi alla fine delle Olimpiadi invernali a Pyeongchang, è uscito il 22 febbraio nelle sale italiane il biopic su Tonya Harding dal titolo “I, Tonya”. Già conosciuta in “The Wolf of Wall Street”, “La grande scommessa” e il recente “Vi presento Christopher Robin” è l’australiana Margot Robbie ad interpretare la prima pattinatrice americana che riuscì a compiere un perfetto Triplo Axel, la stessa pattinatrice che nel 1994 fu accusata di essere complice dell’aggressione a Nancy Kerrigan durante l’allenamento ai Campionati Nazionali.

Prodotto dalla casa di produzione della stessa Margot Robbie, la Lucky Chap Entertainment, “I, Tonya” è un “mockumentary” brillante, tra il documentario e la parodia, è una storia folle di competizione, passione, sacrifici e violenze. Il regista Craig Gillespie e lo sceneggiatore Steven Rogers con interviste ai finti protagonisti come fossero reali e quindi con lo sfondamento della quarta parete, non hanno voluto raccontare solo uno scandalo sportivo. Vengono ricostruiti gli eventi attraverso punti di vista differenti: un’infanzia di duri allenamenti e violenze vissuta con una madre opprimente e insensibile, interpretata da Allison Janney, priva di qualsiasi affetto per la figlia, poi la gioventù e il successo ad ogni costo, il matrimonio e il rapporto di amore e odio con Jeff Gillooly, un baffuto Sebastian Sten e infine l’aggressione con una spranga al ginocchio di Nancy Kerrigan.

Le musiche originali sono affidate al compositore Peter Nashel ma nella colonna sonora ci sono anche i Supertramp, Laura Branigan e i Dire Straits. Eight Vfx ha curato gli effetti visivi alla perfezione ricostruendo in 3D e aggiungendo digitalmente il viso di Margot Robbie su quello di una pattinatrice professionista in modo da rendere verosimili le scene di pattinaggio. Il film è stato presentato al Toronto Film Festival dove ha vinto il Premio del Pubblico, poi alla Festa del Cinema di Roma e ora è nominato agli Oscar in tre categorie: Miglior Attrice Protagonista per Margot Robbie, Miglior Attrice Non Protagonista per Allison Janney e Miglior montaggio.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments