Sono stati catturati i responsabili della rapita avvenuta ieri sera intorno alle 20, armati di una pistola, dentro il bar Caffè Roma, conosciuto in città come Ninetto. Erano riusciti, minacciando con l’arma a bloccare il gestore e impossessarsi dell’incasso di circa 2800€, dandosi subito dopo alla fuga. Le indagini, svolte nell’arco di pochissime ore dagli uomini della squadra mobile diretta dal Vice Questore Aggiunto Dr. Alessandro Albini, hanno permesso di individuare e catturare due dei tre rapinatori.

I sospetti erano andati subito a concentrarsi su alcuni soggetti notati frequentemente dagli agenti della Squadra Mobile nei giorni scorsi aggirarsi in modo sospetto presso bar. Raggiunto quindi il domicilio di uno dei sospettati che si trovava agli arresti domiciliari per reati connessi al possesso di armi presso un agriturismo della zona.

La perquisizione che ha sorpreso l’uomo all’interno dell’appartamento ha consentito di rinvenire la pistola utilizzata per la rapina: una scacciacani priva di tappo rosso pressoché identica alle armi in uso alle forze di Polizia che era stata nascosta in un vaso e ricoperta di terra. Ritrovati anche all’interno dell’abitazione 600€ e gli abiti che l’individuo indossava nel momento della rapina e che erano stati messi in evidenza dalle telecamere a circuito chiuso del locale.

Perquisizione analoga è stata fatta nei confronti del secondo individuo arrestato, sorpreso anche lui nella propria abitazione, nel centro storico di Macerata.

Attualmente è in corso un’intensa attività di indagine coordinata dal Procuratore Capo Dr. Giovanni Giorgio e dal PM Margherita Brunelli per poter identificare il terzo soggetto responsabile.

Gli arrestati sono P.R. di 64 anni e P.A. di 46 anni.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments