Macerata. Olimpiadi di Filosofia: Edoardo Lazetera del «Leopardi» va in finale

Edoardo frequenta l’ultimo anno del Liceo Classico di Macerata, nella classe della Prof. Pamela Grisei, e mostra una spiccata predisposizione per la filosofia, coltivata tramite la lettura personale di grandi autori contemporanei

Edoardo Lazetera, diciottenne studente del III A del Classico “Leopardi “ di Macerata, ha vinto la gara regionale alle Olimpiadi della filosofia con un saggio riguardo all’origine del domandare filosofico, a partire da una citazione di Heidegger sulla questione più profonda e più originaria, la questione dell’essere. La domanda chiede in fondo il perché del perché, ed è quella che mette a rischio ogni anteriore sicurezza, vera o presunta, riguardo il nostro essere. Porre una simile domanda significa avere l’ardire di interrogare fino in fondo, di esaurire l’inesauribile.

Edoardo frequenta l’ultimo anno del Liceo Classico di Macerata, nella classe della Prof. Pamela Grisei, e mostra una spiccata predisposizione per la filosofia, coltivata tramite la lettura personale di grandi autori contemporanei. Vive a San Severino, città cui è affezionato, e ha un legame speciale con il fratellino di 10 anni. Ha interessi che spaziano dalla musica – suona il pianoforte e predilige Bach tra i classici, mentre si sta avvicinando al jazz – alla narrativa. Le sue letture sono incentrate sul realismo magico di Borges, Calvino, Kafka, Marquez, Cortázar, Murakami. Edoardo mostra un eclettico desiderio di conoscere: colpisce la propensione per le mitologie e le cosmologie politeistiche o l’attrattiva per la matematica astratta e i suoi problemi, come l’incompletezza o la teoria del caos.

Edoardo ha superato la gara regionale – svoltasi ad Ancona il 20 febbraio scorso – con un punteggio di 10/10, dopo aver già vinto la fase d’istituto con un saggio sull’arte, a partire dal detto di Oscar Wilde: «Ogni arte è insieme superficie e simbolo. Coloro che scendono sotto la superficie lo fanno a loro rischio e pericolo. Coloro che interpretano il simbolo lo fanno a loro rischio e pericolo». Il suo lavoro ha mostrato, con un’argomentazione da promesso pensatore, che dietro una superficie di folgorante bellezza l’autentica opera d’arte nasconde l’abisso del significato.

Le Olimpiadi della filosofia, giunte alla 26° edizione, consistono nella redazione di un saggio filosofico in italiano (Canale A) o in lingua straniera (Canale B). Nella fase regionale Edoardo ha incontrato studenti provenienti da oltre venti istituti di tutte le province marchigiane, e ora troverà a Roma più di 40 sfidanti, i migliori due da ogni regione con l’aggiunta di altri dalle scuole italiane all’estero.

Il Liceo Classico Linguistico Leopardi di Macerata ha ottenuto eccellenti risultati anche grazie al quarto posto di Mattia Giustozzi (Liceo Classico) nello stesso canale A e di Claudia Arbusti, studentessa del liceo linguistico nella sede staccata di Cingoli, quarta nella prova in lingua straniera.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments