I bambini di Pollenza non hanno dovuto attendere a lungo la risposta di papa Francesco al regalo che gli avevano fatto giungere (leggi qui l’articolo). La composizione con la quale ricordavano l’antico autista dell’allora padre Bergoglio, fratel Salvador Angel Mura, amico della loro insegnante di scuola elementare Elisabetta Nardi e defunto poco più di un anno fa, ha mosso l’animo del Papa che ha commentato la figura del religioso gesuita: «Porto nel cuore il ricordo della sua vicinanza, del suo esempio che infondeva tanta fiducia e serenità».

La lettera del Papa prosegue con una piccola catechesi sull’Eucaristia che i piccoli si apprestano a ricevere per la prima volta: «La Comunione è tanto importante perché diventiamo ciò che riceviamo. Ma perché questo avvenga, dobbiamo spalancare il cuore al Signore, chiedendo anzitutto perdono. Tutti abbiamo qualcosa da farci perdonare. Non dimenticate mai: Gesù perdona sempre e non si stanca di perdonare».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments