Recanati. Concluso il restauro del portale della chiesa di Sant’Agostino

L'appuntamento è alle ore 18.30 presso la sala convegni della Fondazione Ircer con la presentazione dell'intervento appena concluso. Previsti gli interventi del Sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, del Vescovo della Diocesi mons. Nazzareno Marconi, dell'Assessore alle culture Rita Soccio, dei restauratori Maria e Simone Fortuna e dello scultore Marco Cingolani

Si inaugurano oggi, 2 maggio, i lavori di recupero del Portale della Chiesa di Sant’Agostino a Recanati. L’appuntamento è alle ore 18.30 presso la sala convegni della Fondazione Ircer con la presentazione dell’intervento appena concluso. Previsti gli interventi del Sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, del Vescovo della Diocesi mons. Nazzareno Marconi, dell’Assessore alle culture Rita Soccio, dei restauratori Maria e Simone Fortuna e dello scultore Marco Cingolani.

Il progetto è stato affidato a professionisti del settore, sotto la guida della Soprintendenza. L’intervento è consistito nel restauro conservativo degli elementi lapidei, lo smontaggio e rimontaggio dei conci dell’arco che erano stati montati al contrario in epoche passate, la ricostruzione di alcuni elementi mancanti nella parte alta dell’arco che è stato protetto dalle intemperie mediante un’apposita copertina, il riposizionamento (con gli opportuni ancoraggi) sia della tiara di Sant’Agostino sia del Dio benedicente, il tutto secondo i dettami e le prescrizioni della Soprintendenza.

Il portale, in pietra d’Istria, fu eseguito da Giovanni di Fiandra su disegno di Giuliano da Maiano nel 1485 mentre l’interno fu rifatto sul finire del XVII secolo su disegno di Ferdinando Galli da Bibbiena. Il portale è uno degli elementi più rappresentativi della Chiesa e Convento di Sant’Agostino, costruzione in stile gotico che risale al XIII secolo.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments