Il ricordo. Don Francesco Cocilova, uomo tenace e scrupoloso al servizio della Diocesi

Si è in attesa di conoscere la data e il luogo dei suoi funerali che saranno comunicati nelle prossime ore

Il lunedì, se il tempo lo permetteva, don Francesco Cocilova faceva un giro per il nostro territorio con la sua bicicletta. Per qualche ora “abbandonava” il suo confessionale e iniziava il suo solito percorso che lo portava verso le salite di Montelupone per poi fare un ampio giro verso Madonna del Monte e tornare nella Parrocchia del Sacro Cuore a Macerata. Stamattina (lunedì 7 maggio) invece un incidente stradale lo ha fermato per sempre nella zona di Santa Caterina a Montelupone (leggi qui). La figura di don Francesco era molto nota nella nostra Diocesi. Appena consacrato sacerdote dal Vescovo mons. Silvio Cassulo fu inviato nella parrocchia del Sacro Cuore come vice parroco.

Ma il suo era un cuore inquieto e, non pago del “lavoro” che compiva in Diocesi, chiese al Vescovo di essere inviato nella Archidiocesi di Ancona dove riteneva che ci fosse più urgenza di sacerdoti e per alcuni anni fece servizio presso la parrocchia di Posatora. Al ritorno in Diocesi fu incaricato di “creare” una nuova parrocchia a Tolentino che va sotto il nome dello Spirito Santo. Un carattere tenace come il suo gli permise di costruire la Chiesa e completarla con le strutture parrocchiali per il catechismo e la aggregazione della gente che era l’urgenza di un quartiere nuovo.

Poi nel 2010 tornò agli “inizi” del suo ministero sacerdotale nella parrocchia del Sacro Cuore di Macerata. Lo ricordiamo come un uomo scrupoloso sensibile alla missione di evangelizzare fino al punto di “inventare” tutto quello che poteva aiutare la gente a penetrare il Mistero. Don Francesco è stato un uomo generoso che non ha mancato di inviare, a titolo personale, una somma considerevole in favore dei nostri missionari presenti in Argentina: un gesto importante che ha consentito di realizzare la casa parrocchiale e le aule di catechismo. Rivelando questo gesto non credo di tradire la sua riservatezza. Si è in attesa di conoscere la data e il luogo dei suoi funerali che saranno comunicati nelle prossime ore.

Foto Carlo Torresi
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments