Due famiglie marchigiane su mille usufruiscono del reddito di inclusione sociale

Attualmente sono 1.340 – 2 ogni 1000 – le famiglie residenti nelle Marche che usufruiscono del reddito di inclusione sociale (REI), una misura di contrasto alla povertà condizionata alla valutazione della condizione economica, attiva dal 1° gennaio di quest’anno.

Le persone coinvolte sono 3.341, 22 ogni 10.000 residenti, e l’importo medio mensile del sostegno economico è di 256,74 euro (dati al 23 marzo scorso). A tal proposito, lo stato ha stanziato 1,8 miliardi di euro, da cui il 15% dovrà essere utilizzato per i servizi di orientamento al lavoro.

Dal prossimo 1° Luglio, il REI diventerà universale, cioè, verranno meno i requisiti familiari e resteranno solo i requisiti economici, tra questi, il valore ISEE non superiore a 6 mila euro.

Il REI è costituito da un beneficio economico, assegnato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica e da un progetto personalizzato di attivazione di inclusione sociale e lavorativa organizzato dai servizi sociali del Comune di residenza.

Il sostegno economico è di un minimo di 187 euro fino ad oltre 500 euro mensili, ma varia a seconda del nucleo familiare e viene concesso per un periodo massimo di 18 mesi, rinnovabile per ulteriori 12 mesi.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments