«La notte europea dei Musei», è un’iniziativa che coinvolge l’intera rete museale italiana: sabato 19 maggio al costo simbolico di 1€ sarà possibile visitare i luoghi più suggestivi. Dalla Pinacoteca di Brera a Pompei, dal Museo Archeologico Nazionale di Taranto al Castello di Miramare di Trieste, dal Palazzo Ducale di Mantova numerosi altri musei di archeologia e arte moderna: sabato sera percorsi illuminati, visite guidate, laboratori per famiglie e bambini, concerti, spettacoli, suoni e visioni accompagneranno i visitatori nella scoperta sotto un’altra luce di siti noti e meno noti, immersi nel fascino notturno. Dalla veglia di Pentecoste nella basilica paleocristiana nell’area archeologica di Luni all’Inventario del Tesoro con la visita al medagliere del museo nazionale archeologico di Parma al Complesso della Pilotta, dal Campo dei Legionari all’anfiteatro romano di Santa Maria Capua a Vetere con rievocazioni storiche della Seconda Guerra Punica alle invasioni barbariche e digitali con l’appuntamento di instagrammers al museo archeologico nazionale di Cividale del Friuli per raccontare l’età longobarda, dallo spettacolo Divinissimo dedicato a Raffaello al Palazzo Ducale di Urbino fino al concerto al parco archeologico del Colosseo, saranno centinaia gli appuntamenti nei musei e nei parchi archeologici in tutt’Italia.

Nel lungo elenco di siti visitabili (che è possibile visionare su: www.beniculturali.it) è presente anche la rete Museale di Macerata. Un’apertura notturna straordinaria all’insegna dell’arte contemporanea, che coinvolge anche Palazzo Ricci con tre visite guidate a ingresso gratuito alle 21, alle 22 e alle 23.

Anche Palazzo Buonaccorsi è aperto fino alle 24 dove è possibile fermarsi sulle sale di arte contemporanea con la sala dedicata a Ivo Pannaggi e il tavolo digitale con le storie dei protagonisti della cultura del Novecento maceratese. 

Una serata speciale anche all’Ecomuseo Villa Ficana alle 21.30 per un’originale iniziativa. Si tratta di “Storie e leggende del borgo”, un’insolita passeggiata nel borgo di case di terra alla scoperta delle storie e dei racconti della cultura popolare locale, fatta di aneddoti, curiosità e leggende. L’itinerario animato sarà curato dai volontari del Servizio civile nazionale ed europeo, ospiti dell’Ecomuseo. Con un contributo di 3 euro sarà possibile passare una serata all’insegna del mistero e delle suggestioni tramandate di generazioni in generazioni nel territorio maceratese (prenotazioni entro il 18 maggio al numero 0733/470761 (9.00/15.00) o tramite email museovillaficana@gmail.com).

Una festa straordinaria dedicata all’arte e alla cultura, che coinvolge anche Recanati. La città leopardiana promuove uno straordinario evento tra arte, poesia e musica organizzato da Sistema Museo in collaborazione con il Comune di Recanati, Spazio Cultura, WhatsArt, Villa Incanto, la Civica scuola di Musica Beniamino Gigli e l’Associazione Riviera del Conero.

Per una notte Recanati apre le porte dei musei civici che, per l’occasione, proporranno visite guidate, musica e spettacoli teatrali per tutti i visitatori notturni. Quattro le location che, fino alle 1, accoglieranno i curiosi e gli amanti dell’arte in attività nel nome del bello e della cultura: il Museo di Villa Colloredo Mels, il Museo Beniamino Gigli, la Torre del Borgo ed il museo dell’Emigrazione marchigiana. La maggior parte degli eventi sono ad ingresso gratuito mentre per alcuni è previsto un piccolo contributo. (Per le visite guidate, le lezioni nei musei e gli spettacoli è necessaria la prenotazione all’Ufficio Iat Tipico – tips a Recanati al numero 071 981471).

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments