Volley. Semifinai Play Off, Medea Macerata si prepara ad affrontare Sarroch per lo spareggio

Nonostante la sconfitta Medea non demorde

Alla Marpel Arena alle 21 di sabato 19 maggio si ritorna in campo. Archiviata gara 2 con i relativi rimpianti. “Adesso pensiamo a questa che sarà la partita chiave. Dobbiamo dare il tutto per tutto per vincerla ed andare avanti” ha dichiarato il centrale Michael Molinari.

Benché la delusione sia innegabile, si riparte da quanto di buono visto, con la Medea bene in partita fino al black-out nel terzo set. “Le sensazione dopo gara 2 alla fine non sono così negative come il risultato di 3-1 può far pensare – spiega Molinari – Non credo che da parte nostra ci sia stata una brutta prestazione, credo piuttosto che sia stata Sarroch a giocare un’ottima partita. Sappiamo che i play-off sono così e che soprattutto le partite in trasferta sono molto dure. Il rammarico è il terzo set, quando non siamo riusciti a fare cambio palla sul 19-23 però ormai è andata”.

Ormai è andata ma la sconfitta non deve intaccare l’autostima della Medea. “Certamente è un dispiacere non essere riusciti a chiudere questi quarti in gara 2, però di questo credo che vada dato più merito a Sarroch che demerito a noi – conferma il centrale – Hanno giocato bene e ci hanno messo in difficoltà come era giusto che fosse. Quindi credo che non dobbiamo risentirne più di tanto psicologicamente”.

Ora è lo spareggio dunque, dentro o fuori, o semifinale o si va a casa. Il fattore ambientale dovrebbe avvantaggiare la Medea visto che se il tifo sardo è caloroso, a Macerata il supporto non è da meno. “Speriamo che la gente venga numerosa perché abbiamo bisogno di tutti quanti per questa partita che è fondamentale per la stagione – l’auspicio di Molinari – Per andare avanti abbiamo bisogno dell’apporto del nostro pubblico. Da parte nostra daremo il tutto per tutto per dare loro un motivo per gioire”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments