Con il dibattito sulle fake news, si è chiuso domenica sera il festival organizzato dal comune di Appignano con l’associazione Red-Rete educazione digitale.

I tre giorni di convegni e giochi hanno affrontato il mondo dell’online sotto tanti profili diversi, dando sempre contenuti e spunti molto interessanti. «È stata una grande soddisfazione ospitare il festival – ha aggiunto il sindaco di Appignano, Osvaldo Messi – per questo siamo sin d’ora disponibili a dare il supporto necessario a ripeterla anche il prossimo anno, per dare continuità a un progetto iniziato da tempo sulla formazione digitale. L’iniziativa ha coinvolto tutta la comunità appignanese, giovani, adulti, con appuntamenti pensati per esperti e altri per i ragazzi, le famiglie, unendo formazione e gioco. Abbiamo avuto approfondimenti ma anche la valorizzazione delle attività artigianali locali, musica e divertimento, con l’intento di mostrare quante risorse abbia la rete, ma anche di mettere in guardia dagli eventuali pericoli. Il web non è un’alternativa al mondo reale, ma un suo potenziamento».

Gli organizzatori hanno tenuto a ringraziare le università, il Consiglio regionale delle Marche, il Resto del Carlino e il Garante per i minori delle Marche, che ha annunciato l’intenzione di partecipare in maniera ancora più attiva alle prossime edizioni del festival.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments