Aveva 60 mila euro contanti sotto il materasso e oltre 2kg di cocaina in cantina, albanese di 33 anni titolare di un ristornate-pizzeria a Piediripa, è stato arrestato questa mattina dagli agenti della Squadra mobile di Macerata. L’operazione dopo alcuni giorni di controlli mirati, nasce anche da segnalazioni di movimenti sospetti in un condominio nella zona di Via Spalato a Macerata. Gli agenti hanno fermato il giovane in Via Roma, dal suo fare nervoso hanno intuito che nascondeva qualcosa, hanno proceduto alla perquisizione personale e domiciliare con l’ausilio delle unità cinofile; il labrador Wolly e il pastore tedesco Edox che hanno subito reagito.

In casa il 32enne, sposato con un bimbo, nascondeva poca sostanza nascosta nel fasciatoio, mentre i soldi mucchi da 5mila euro erano nascosti sotto il materasso. I militari hanno voluto procedere alla perquisizione della cantina all’interno della quale in un vecchio forno è stata trovata la cocaina: due confezioni da un chilo circa di cui 500gr erano già stato venduti fruttando circa 60mila euro contanti. L’intero quantitativo avrebbe reso sul mercato circa 200mila euro. Sequestrati materiali per il confezionamento e cellulari, le indagini proseguono per verificare altri soggetti coinvolti nello spaccio, il Dirigente della Squadra Mobile Alessandro Albini, esclude collegamenti con la rete di Innocent Oseghale. Il 32enne V.A. si trova ora nel carcere di Montacuto.

Il Questore Antonio Pignataro in apertura di conferenza ha ribadito l’impegno delle forze di Polizia nel contrasto allo spaccio anche dopo l’omicidio di Pamela e la cattura di Traini. “La percezione della sicurezza in città è aumentata – ha detto il Questore- molti cittadini mi fermano e mi ringraziano per quello che stiamo facendo”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments