Verso il 40° Pellegrinaggio: “Passare dal colle dell’infinito alla casa dell’infinito”

Ospiti di EmmeSera, in onda il 5 giugno alle ore 21, il vescovo Giancarlo Vecerrica, il professore Ermanno Calzolaio e la studentessa Laura Pietrella in occasione del 40° Pellegrinaggio Macerata-Loreto

Manca ormai poco all’atteso Pellegrinaggio che di anno in anno coinvolge sempre più fedeli. A raccontare l’esperienza il vescovo Giancarlo Vecerrica che, in qualità di ideatore, ne ha ripercorso la nascita e l’evoluzione. Insieme a lui Laura Pietrella, studentessa di Giurisprudenza che, dopo aver partecipato per tanti anni, quest’anno avrà l’onore di portare la fiaccola. Inoltre, il professore Ermanno Calzolaio ha aggiunto dettagli tecnici, spiegando il tema dell’evento. Le interviste andranno in onda domani 5 giugno alle ore 21 durante la trasmissione EmmeSera condotta da Tiziana Tiberi.

Tutto nacque dall’esperienza del vescovo Vecerrica come professore di religione al Liceo Classico: vedendo la preoccupazione dei suoi ragazzi per la fine dell’anno scolastico, Vecerrica propose loro questa iniziativa, che partì non senza difficoltà. Fu anche grazie all’esortazione di curare i ragazzi uno ad uno, fattagli personalmente da papa Giovanni Paolo II, che il professore continuò a riproporre ai ragazzi questa esperienza, tanto che ormai i partecipanti, di tutte le età, sono diventati quasi 100mila.

“Ognuno va al pellegrinaggio con una domanda, un dramma, un ringraziamento; ma sotto c’è per tutti una ragione più grande: incontrare qualcuno che ci prenda per mano e ci accompagni tutti i giorni della vita”, ha risposto Ermanno Calzolaio, riprendendo un passo del Vangelo in cui Gesù chiede agli Apostoli: “Che cercate?”. Passo da cui è stato preso il tema di quest’anno, quando gli è stato chiesto il perché di una così numerosa affluenza.

E’ stato inoltre presentato il libro “A piedi nella notte” di Andrea Tornielli e Domenico Agasso, composto da testimonianze e fatti di chi ha partecipato al cammino.

Laura Pietrella si è detta emozionata per il compito affidatole, che la porterà a Roma per ricevere la benedizione di papa Francesco. Tornerà poi sabato sera per la messa delle 20.30 presso lo stadio Helvia Recina, presenziata dal Cardinale Beniamino Stella, dal Cardinale Edoardo Menichelli e da mons. Nazzareno Marconi. Durante il percorso la fiaccola passerà per le zone terremotate per poi essere accolta all’arrivo dal Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, dal Cardinale Stella e da mons. Fabio Dal Cin.

Dopo una segnalazione nelle intenzioni di preghiera, quest’anno ci sarà un’attenzione particolare per Leopardi: al passaggio dei fedeli a Recanati verrà recitata una preghiera che lui, profondamente devoto, scrisse per la madonna e che sovente recitava: “Dal colle dell’infinito alla casa dell’infinito”. Per indicare la casa di Nazareth dove l’Infinito si è incarnato.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments