Orim, i dipendenti contro le critiche: “L’azienda è lì dal 1984: pronti a ripartire”

I dipendenti: “Le aziende e le strutture a noi vicine che non sarebbero dovute sorgere accanto ad un’azienda che si occupa di smaltimento e recupero di rifiuti speciali come la nostra”

Riceviamo e pubblichiamo dai collaboratori della Orim.

Come collaboratori della Orim S.p.A. riteniamo necessario confermare il nostro intendimento di proseguire l’attività nel sito attuale.

La nostra Azienda ha sede in via Concordia n. 65 a Piediripa dal settembre del 1984 e leggendo le critiche sui media riteniamo doveroso sottolineare che sono le aziende e le strutture a noi vicine che non sarebbero dovute sorgere  accanto ad un’azienda che si occupa di smaltimento e recupero di rifiuti speciali come la nostra.

Confermiamo che non appena verrà tolto il sequestro potremmo immediatamente riprendere parte delle attività poiché solo un capannone (il C) è inagibile,  il capannone B dovrà essere sottoposto a controlli ma complessivamente la nostra Azienda è presente in un’area composta da n. 6 capannoni.

Riteniamo le critiche alla nostra attività assolutamente ingiuste poiché il nostro lavoro permette, ad una parte della popolazione, di vivere tranquillamente in quanto tutte le attività che vengono svolte dalla gente producono rifiuti, direttamente e/o indirettamente, e la Orim trattando questi rifiuti, pericolosi e non, si prende tutto il rischio che altrimenti sarebbe ricaduto su quelli che per ignoranza ci criticano.

Ci scusiamo per il disagio arrecato.

Ringraziamo sinceramente e sentitamente quanti ci hanno aiutato e sostenuto.

Noi dipendenti non ci scoraggiamo e siamo pronti a ricominciare, più determinati che mai.

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments