Macerata, violenza su una paziente. Ordine degli Infermieri: se confermato, noi parte civile

Fiducia nella magistratura. In ballo c'è l'onore della categoria

L'Ospedale di Macerata

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ordine degli Infermieri di Macerata.

Alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno sconvolto la nostra provincia con eco anche a livello nazionale e che hanno visto come protagonista un infermiere, questo Ordine professionale si sente in dovere di esprimere la sua opinione. Ferma restando l’assoluta fiducia nella magistratura e nelle istruzioni ed aspettando il loro operato, se confermate le accuse rivolte all’infermiere, se confermato che sia un iscritto al nostro albo degli infermieri, noi come Ordine professionale degli Infermieri di Macerata faremo quanto in nostro potere e dovere per la tutela della categoria professionale e dei cittadini fino a costituirci parte civile in un eventuale processo. La figura dell’infermiere è fortemente oltraggiata da questo atto se confermato. Questo perché i 440 mila infermieri italiani ogni giorno lavorano duramente per garantire a tutti la salute, la sicurezza e protezione che devono ricevere. Quindi bando a generalismi o allarmismi, noi Infermieri non siamo questo e non facciamo certe cose.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments